Quantcast
facebook rss

Polstrada, controlli a tappeto nel cratere
Da lunedì “divorzio” con Fermo

ASCOLI - Intensificato il controllo del territorio da parte degli agenti della Stradale. Dall'8 gennaio anche la nuova provincia avrà un proprio funzionario
...

Quasi 700 pattuglie in più nel territorio della provincia di Ascoli e Fermo dovute all’intensificazione dei controlli nell’area del cratere. Quasi seimila controlli in più con l’etilometro e un aumento complessivo degli automobilisti  “pizzicati” al volante in stato di ebrezza (295), sotto effetto di droghe (30), senza cinture (1058, più che raddoppiati rispetto al 2016) o al telefono (402). Sono questi alcuni dei numeri del bilancio 2017 della sezione ascolana diretta dalla dirigente Nadia Carletti. Aumentano anche gli incidenti mortali rilevati (da 4 a 6), mentre sono in calo quelli con lesioni e stabili quelli con danni. In amento purtroppo anche i morti (da 5 a 8). Scendono le persone denunciate per attività di polizia giudiziaria. Il 2018, inoltre, sarà l’anno dell’istituzione della sezione di Polizia Stradale a Fermo con conseguente “divorzio” da quella ascolana che perderà anche la sede distaccata di Amandola e l’autostradale di Porto San Giorgio che ha competenza sul tratto marchigiano San Benedetto-Ancona Sud. Da lunedì a Fermo infatti prenderà a servizio un funzionario destinato a comandare l’istituenda sezione. Cambio anche al vertice del Compartimento regionale di Ancona con l’attuale dirigente Alessio Cesareo nominato questore a Prato.

I numeri forniti dal Compartimento regionale di Ancona


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X