facebook rss

Sono 345 i soldati
che grideranno “lo giuro”

ASCOLI - Alla caserma "Clementi" il giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana dei volontari in ferma prefissata di un anno del 235° Reggimento Piceno. Presenti anche i gonfaloni di Comune e Provincia

Da Federico Abbate a Mattia Zampieri (in rigoroso ordine alfabetico), sono 345 i soldati che giovedì 11 gennaio giureranno fedeltà alla Repubblica Italiana alla caserma “Clementi” di Ascoli. Sono i soldati che stanno frequentando il corso per volontari in ferma prefissata di un anno del 2° bando 2° blocco 2017.

La caserma Clementi sede del 235° Rav Piceno

Presenti, come da tradizione, numerose autorità militari, civili e religiose, con i volontari che grideranno “lo giuro” sulle note dell’inno di Mameli, con l’accompagnamento della musica d’ordinanza della Scuola Trasporti e Materiali. I volontari sono giunti ad Ascoli il 9 novembre 2017 e rimarranno nella caserma “Clementi” fino al 25 gennaio 2018, quindi verranno assegnati ai Reparti e alle Unità dell’Esercito su tutto il territorio nazionale.  

Il programma si apre alle 10: schieramento dei reparti, ingresso dei labari delle Associazioni combattentistiche e d’arma, onori ai gonfaloni della città di Ascoli e della Provincia di Ascoli (entrambi decorati con medaglia d’oro al valore militare) e della Regione Marche, onori alla “bandiera di guerra” del 235° Rav (Reggimento Addestramento Volontari) Piceno, onori alla massima autorità, interventi del comandante del 235° e della massima autorità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X