Quantcast
facebook rss

Ascoli, preso anche Monachello
Sarebbe un errore cedere Bianchi
Oggi test con la Primavera

SERIE B - L’attaccante arriverà lunedì in prestito dall’Atalanta. Il centrocampista, richiesto dalla Cremonese, è un punto di forza. Manca un difensore centrale. Il ds Giaretta dovrà sfoltire una “rosa” troppo ampia
...

 

L’attaccante Monachello arriva in prestito dall’Atalanta, ma ha giocato il girone di andata col Palermo

di Bruno Ferretti

Gaetano Monachello, l’attaccante siciliano, è dell’Ascoli. Dovrebbe arrivare lunedì per firmare il contratto (fino a giugno) e sostenere le visite mediche. Sarà disponibile per la partita col Cittadella, prima di ritorno. Monachello (24 anni a marzo) arriva in prestito dall’Atalanta che lo ha ripreso dal Palermo dove nel girone di andata ha collezionato solo cinque mezze presenze, con un gol alla Salernitana nell’ultima partita. Nonostante la giovane età Monachello ha già giocato in tante squadre e vanta esperienze anche all’estero: Ucraina, Cipro, Belgio e Grecia. In Italia è stato in B con Lanciano, Bari, Ternana e Palermo, ma conta anche 10 partite in serie A con l’Atalanta nel campionato 2015-2016. Il maggior numero di gol (8 in 35 partite) Monachello li ha realizzati con il Lanciano nel 2014-2015.

La nuova coppia d’attacco del Picchio, dunque, sarà composta da Ganz e Monachello: entrambi vengono da un girone di andata anonimo e sono animati da voglia di riscatto. In uscita Perez che continua ad avere diverse richieste in Lega Pro, prime fra tutte quelle di Padova e Lecce che comandano, rispettivamente, il girone B e il girone C. Dipende dal giocatore: se Perez decide di restare rischia di giocare davvero poco anche perché ci sono anche Rosseti, finalmente recuperato, e Santini.

In arrivo, a parametro zero, anche il portiere Alex Valentini dal Vicenza che, dopo il fallimento, sarà escluso dal campionato di Lega Pro come è già successo al Modena. Valentini (30 anni ad arile) ha giocato in B con Ciittadella e Pro Vercelli (3 stagioni) ma conta anche una stagione nella serie A svizzera a Lugano. L’arrivo di Valentini, che sarà il vice Lanni, significa che l’Ascoli ha messo n lista di partenza Ragni. Per completare l’organico serve anche un difensore per rimpiazzare Cinaglia. Al momento ci sono solo i tre titolari (De Santis, Padella, Gigliotti) perché Mengoni è fuori uso. Pr non correre rischi l’Ascoli farà bene ad assicurarsi un altro difensore centrale. E poi le uscite: dovranno essere almeno 4 o 5 per non intasare la “rosa” (complicando il lavoro di Cosmi) e anche per alleggerire il monte stipendi. Vedremo cosa riuscirà a fare il ds Giaretta.

La Cremonese, dopo aver prelevato Cinaglia dall’Ascoli, ora vorrebbe anche Bianchi. Ma l’Ascoli non può privarsi del centrocampista che nel girone di andata è stato fra i più continui nel rendimento. Vero è che Bianchi faceva parte del trio che l’Ascoli aveva messo in vendita la scorsa estate (Giorgi e Cacia gli altri due che sono andati rispettivamente a La Spezia e Cesena). Bianchi è rimasto e ha giocato 17 partite su 21, realizzando anche un gol. Venderlo per fare cassa potrebbe essere un errore. La classifica dell’Ascoli non lo consente.

Oggi alle 10,30, intanto, test in famiglia al “Picchio Village” contro la Primavera di Di Mascio. Per Cosmi l’occasione per ruotare tutti gli uomini a disposizione e, soprattutto, vedere all’opera i due nuovi arrivati Ganz e Martinho.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X