Quantcast
facebook rss

Agenti immobiliari a raduno
per il primo consiglio regionale
della Federazione

COLLI DEL TRONTO - All'hotel Casale si è riunito il nuovo direttivo marchigiano presieduto da Emanuele Fiori. Tra i presenti anche Renato Troiani (vice presidente nazionale) e Laura Gigli (presidente provinciale di Ascoli)
...

Il presidente regionale della Fiaip, Emanuele Fiori, e la presidente provinciale Laura Gigli

Una nutrita e interessata presenza di agenti immobiliari si è riunita all’hotel Casale di Colli del Tronto (Ascoli) per il primo consiglio regionale Fiaip (Federazione italiana agenti immobiliari professionali). Nell’ambito dell’assemblea, il notaio ascolano Marianna Calabrese ha tenuto un corso di aggiornamento rivolto ai professionisti di tutta la provincia. Ma andiamo con ordine.

Numerosi partecipanti all’adunata ospitata all’hotel Casale di Colli

Nel dicembre scorso è stato rinnovato il direttivo regionale della Federazione che, nella sola provincia di Ascoli, conta 41 tesserati. La nuova compagine rimarrà in carica quattro anni e, per la sua prima riunione, ha scelto la provincia picena. A fare gli onori di casa c’erano il vice presidente nazionale Renato Troiani di San Benedetto del Tronto, e la presidente provinciale Laura Gigli di Castel di Lama. E’ arrivato invece da Pesaro il neo presidente regionale Emanuele Fiori, il quale si è soffermato su quanto sia cambiata nel tempo la figura dell’agente immobiliare: più obblighi e meno garanzie.

Per dirne una. Dallo scorso agosto il mediatore ha l’obbligo di diventare sostituto d’imposta, nei confronti dello Stato, in caso di affitti brevi. Da qui l’importanza della Federazione che, grazie a un attivo dialogo con le istituzioni, tutela i professionisti e quindi i cittadini che comprano e vendono case.

Renato Troiani, vice presidente nazionale

«E’ stata proprio la Fiaip – ricorda il presidente Laura Gigli – a impedire alle banche di aprire vere e proprie agenzie immobiliari all’interno delle loro filiali».

Sempre Fiori ha sottolineato che il sindacato deve e vuole riservare particolare importanza alla formazione dei mediatori.  E non ha perso tempo.

 

 

Il notaio ascolano Marianna Calabrese durante il corso di aggiornamento tenuto agli agenti immobiliaristi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X