Quantcast
facebook rss

Il campionato aspetta l’Ascoli,
ma per raggiungere la salvezza
dovrà tirare fuori gli attributi

...

 

Ganz, un solo lampo neutralizzato dal portiere del Parma (Foto Edo)

di Bruno Ferretti

Tutto sommato è andata bene. I risultati delle dieci partite di serie B disputate martedì scorso nel turno infrasettimanale, dopo l’anticipo di lunedì (Ascoli-Parma 0-1) hanno cambiato poco la classifica in zona salvezza. Ha vinto solo la Pro Vercelli (3-1) contro il Pescara che ha giocato quasi tutta la partita in inferiorità numerica (espulso Crescenzi dopo dieci minuti) e la squadra di Pillon adesso si è inguaiata essendo rimasta 39, un solo punto sopra i playout. Cesena e Avellino hanno perso in casa rispettivamente con Empoli (2-3, doppietta di Donnarumma e gol di Bennacer per la capolista toscana; reti di Scognamiglio e Moncini per i romagnoli) e Frosinone (0-2, Dionisi e Paganini a segno negli ultimi cinque minuti), L’Entella è caduta a Venezia (2-0, Geijo e Falzerano). La Ternana ha pareggiato 2-2 in casa con il Foggia: due volte in vantaggio con Montalto e Carretta, due volte raggiunta da Beretta e Mazzeo. Ora Ternana e Pro Vercelli sono ultime alla pari con 34 punti ciascuna, due sotto l’Ascoli fermo a quota 36. Se il campionato finisse oggi Pro Vercelli, Ternana e Ascoli sarebbero retrocesse, mentre Entella e Cesena disputerebbero gli spareggi playout. Ma ci sono altre sei giornate piene di scontri diretti e con 18 punti ancora in palio per la salvezza sarà una volata mozzafiato.

Cosmi durante Ascoli-Parma (Foto Edo)

L’Ascoli può ancora farcela, almeno a raggiungere gli spareggi salvezza, ma deve ritrovare lo spirito combattivo evidenziato prima del ko di Foggia al quale è seguita la seconda sconfitta consecutiva col Parma al Del Duca. I bianconeri di Cosmi dovranno giocare a Cremona (sabato prossimo 21 aprile, ore 15), Chiavari e Pescara, mentre in casa ospiteranno Perugia, Avellino e – all’ultima giornata – il Brescia. Quest’ultimo, vincendo martedì scorso a La Spezia (0-1, Torregrossa), con 45 punti è molto vicino del traguardo. Il campionato, insomma, continua ad aspettare l’Ascoli. Ma l’Ascoli deve sbloccarsi e raccogliere i punti che mancano per raggiungere l’obiettivo. Difficile, anzi impossibile, fare previsioni sulla quota salvezza ma molti sono convinti che con 9 o 10 punti il Picchio si garantirebbe almeno gli spareggi salvezza. Nel prossimo turno ci sarà uno scontro diretto molto importante: Entella-Pro Vercelli. Il Cesena giocherà a Brescia, l’Avellino a Palermo mentre la Ternana sarà impegnata nel derby umbro a Perugia. Ma l’Ascoli dovrà pensare soprattutto alla sua partita contro la Cremonese dei tanti ex: l‘allenatore Tesser, Pesce, Almici, Canini e Cinaglia. Allo stadio “Zini” di Cremona, sabato 21, il Picchio si giocherà mezza salvezza.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X