Quantcast
facebook rss

Insegnante fa gli auguri a Hitler
sui social: si scatena la polemica

ASCOLI - L'uomo, un cinquantenne ascolano, lavora all'Istituto agrario "Ulpiani". La preside Maria Luisa Bachetti: «Ognuno è responsabile delle proprie azioni, gli farò un richiamo scritto». Non mancano le reazioni. E intanto lo sdegno corre sul web
...

L’Istituto agrario “Ulpiani” di Ascoli (Foto Andrea Vagnoni)

di Andrea Ferretti

“Einhundert neunundzwanzig alles Gute zum Geburstag Wunsche”. E’ il post pubblicato questa mattina da un 50enne ascolano su Facebook. La frase, tradotta, sta per “Centoventinove, buon compleanno, auguri”. E’ scritta in tedesco perchè a un tedesco (Adolf Hitler) è diretta, anche se il suo nome non viene citato. Hitler, che nacque a Braunau am Inn, in Austria, proprio il 20 aprile 1889. Non ci sarebbe niente di strano visto quello che quotidianamente gira sul web, ma ciò che ha indignato diverse persone è che l’autore del post  su Facebook, Felice Spicocchi, è un “insegnante tecnico-pratico” di scienze agrarie all’Istituto superiore “Celso Ulpiani”. Cioè la storica Agraria di Ascoli, scuola conosciuta e apprezzata ben oltre i confini del Piceno. In tanti sono intervenuti, sempre sui social, fortemente indignati dopo quanto letto. Tra questi Nazzarena Agostini, anche lei insegnante nonchè ex sindaco di Appignano del Tronto. proprio la Agostini ha fatto un riferimento ai video degli studenti violenti che nei giorni scorsi, in una scuola di Lucca, aggrediscono un insegnante dentro l’aula. Video che in queste ore stanno impazzando sul web.

«Come pochi ragazzini disadattati non rappresentano le nuove generazioni a cui ho il privilegio di insegnare – scrive la Agostini – così questo professore, nonchè vice preside, non rappresenta la nostra categoria». Non poteva non intervenire la preside dell’Agraria Ulpiani, Maria Luisa Bachetti che non giustifica il “suo” insegnante, ma fa dei distinguo: «Ognuno è libero di fare gli auguri a chi vuole – dice la Bachetti – ma voglio sottolineare che si tratta di una cosa che non è accaduta all’interno della scuola. Ognuno è responsabile delle proprie azioni, e lui questa mattina ha deciso di scrivere questa cosa. In questo periodo non lavora, è in aspettativa – aggiunge la preside – e ho già parlato con lui al telefono. Ora formalizzerò un richiamo scritto nei suoi confronti». Il post nel frattempo è stato rimosso dal suo autore, ma in pochissimo tempo sono riusciti a vederlo davvero in tanti. Non ci vuole molto a immaginare il tono dei commenti. Si tratta di un gesto che fa comunque riflettere. E anche parecchio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X