Quantcast
facebook rss

Due anni di carcere al finto avvocato
che truffò l’anziana di Monticelli

ASCOLI - Spacciandosi come legale di una Compagnia di assicurazione si era fatto consegnare quasi 3.000 euro da un'anziana di 85 anni facendogli credere che il figlio era stato fermato per aver fatto un incidente senza avere l'assicurazione
...

Costerà caro (due anni di reclusione) ad un napoletano (al momento agli arresti domiciliari) aver truffato un’anziana ascolana di 85 anni facendosi consegnare dei soldi con la scusa di risarcire un fantomatico incidente avuto dal figlio. Il giudice del tribunale Marco Bartoli ha comminato una pena severa a Gennaro Trematerra, 52 anni, già protagonista di simili truffe in giro per l’Italia e quindi noto alle forze dell’ordine. L’episodio risale al 29 dicembre 2015 a danno dell’anziana residente a Monticelli.

Il palazzo di giustizia (foto Vagnoni)

In pratica l’uomo aveva telefonato a casa della donna spacciandosi come avvocato di una Compagnia di assicurazione e affermando che il figlio della signora aveva avuto un incidente stradale senza avere la copertura assicurativa e che era stato trattenuto in caserma. Per questo motivo serviva una somma di denaro per ottenere addirittura la “liberazione” dell’uomo. Una truffa bella e buona a cui purtroppo la donna, anche a causa dell’età, ha creduto consegnando all’uomo, giunto poi nell’abitazione dell’anziana, quasi 3.000 euro. L’aspetto singolare è che l’uomo aveva chiesto proprio la stessa cifra che l’anziana aveva in casa tra i risparmi e quello che aveva prelevato per fare i regali di Natale. Immediatamente è scattata la denuncia e grazie anche all’attenta e dettagliata descrizione fornita dalla vittima pochi mesi dopo (nel febbraio del 2016) i Carabinieri sono risaliti al truffatore, arrestato in precedenza dalla Squadra Mobile di Ascoli a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Forli per lo stesso reato perpetrato anche in terra romagnola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X