Quantcast
facebook rss

Zone del cratere, Rapa: 
«Dopo la busta paga pesante
serve la proroga del pagamento mutui»

SISMA - Presentata dal capogruppo di Uniti per le Marche e sottoscritta dai consiglieri Marconi, Urbinati e Busilacchi un'ulteriore mozione in favore delle popolazioni colpite dal terremoto
...

 

Boris Rapa

Richiesto ulteriore sostegno alla Regione per le popolazioni marchigiane terremotate a nome di tutti i capigruppo di maggioranza del Consiglio Regionale delle Marche. Dopo quella sulla cosiddetta busta pesante, è stata presentata un’ altra mozione da parte del consigliere regionale Boris Rapa, capogruppo di Uniti per le Marche e sottoscritta dai consiglieri Luca Marconi, di Unione di Centro, Fabio Urbinati capogruppo Pd e Gianluca Busilacchi del Gruppo Misto, avente come oggetto la proroga dei pagamenti dei mutui e dei finanziamenti contratti per le proprie abitazioni dagli abitanti nel perimetro della “zona del cratere” dei territori terremotati. «Gli effetti terribili del sisma hanno purtroppo ripercussioni durevoli nel tempo. La ripetuta proroga della sospensione dei pagamenti dei mutui per le prime case di abitazioni inagibili o distrutte» afferma il consigliere Rapa«certifica in via ufficiale il prolungarsi della situazione di emergenza e di difficoltà nelle quali versano le popolazioni della “zona del cratere”, difficoltà che certamente gravano anche sui proprietari di abitazioni di residenza gravate da mutui, ancorché agibili». Presentando questa mozione, Rapa chiede alla Regione Marche di attivarsi con estrema urgenza nei confronti del Governo, del Commissario Straordinario e dei Parlamentari marchigiani affinché, nelle zone del cratere la proroga del pagamento dei mutui venga resa valida fino al 31 dicembre 2020. Non solo, sempre con questa mozione Rapa chiede che la proroga, oltre che alle abitazioni danneggiate, venga estesa anche ai mutui di tutte le prime case. Secondo il consigliere infatti «solo con interventi concreti e di riconoscimento ed accompagnamento, riusciremo a far ripartire l’economia nei territori marchigiani colpiti dal sisma e così ancora troppo provati».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X