Quantcast
facebook rss

Roulotte, bombole, rifiuti e giacigli
Lo “spettacolo” fuori dal cimitero
(Foto)

ASCOLI - Mentre dentro al camposanto il Comune imponeva la linea dura contro peluche, vasi e panchine, all'esterno non mancano situazioni di degrado
...

La bombola abbandonata fuori dal cimitero

di Renato Pierantozzi

Mentre dentro al camposanto di Borgo Solestà il Comune imponeva, salvo poi fare una mesta retromarcia, di togliere vasi, peluche e panchine, fuori dal perimetro non mancano le “magagne” con rifiuti abbandonati di ogni genere. E così basta una salutare camminata della domenica mattina, dal centro verso borgo Solestà (a proposito il percorso fino a Sant’Antonietto/Gimigliano e Mozzano è uno spettacolo per gli amanti del benessere psicofisico), per ammirare lo “spettacolo”. Prima tappa: il cavalcavia sotto la circonvallazione dove fa bella vista un cumulo di rifiuti. Seconda tappa: il grande parcheggio. Proprio sotto il forno crematorio è presente una roulotte con tanto di residente all’interno. E’ autorizzata dal Comune? E’ destinataria di qualche decreto di sgombero al pari dei peluche? Terza tappa: i box dei fiori. Ormai ne è rimasto attivo soltanto uno e quello destinato al servizio lampade votive apre solo il sabato. Anche qui non mancano i rifiuti, anche se nascosti un po’ maldestramente dietro alla casette. C’è di tutto e perfino una bombola di gas (è vuota e piena?) che non è proprio il massimo della sicurezza e per di più utilizzabili anche per fini non proprio consoni in tema di sicurezza.

I pupazzetti a rischio rimozione

Per chi ha l’occhio un po’ più arzillo basta guardare dietro a un altro box chiuso e scovare i resti di materassini, vestiti e elettrodomestici. Dentro il camposanto, almeno nel recinto vecchio, la situazione è buona. Non ci sono segnali di degrado ad eccezione di qualche cantiere che potrebbe essere meglio delimitato. Anche sulle tombe, soprattutto, quelle a terra non ci sono eccessi di pupazzetti, peluche e altri ricordi. Ti si stringe il cuore quando sul sepolcro di una bambina vedi i pupazzetti dei sette nani: anche questi secondo il decreto “sospeso” sarebbero dovuti andare via. Uscendo fuori dal cimitero e andando in direzione Sant’Antonietto escono fuori altre magagne. La quarta tappa” è il muro di cinta-ovest: c’è una selva e continuando sul versante nord si vedono ancora i loculi provvisori ammassati. Il cancello è chiuso e quindi è impossibile andare oltre per vedere altro. L’ultima “chicca” è ancora la copiosa immondizia presente lungo la strada. La camminata riprende e per fortuna non si vedono più rifiuti.

I rifiuti sotto al cavalcavia

Il perimetro esterno del camposanto

Rifiuti nella strada fuori dal camposanto

L’area dove sono ammassati i loculi provvisori

I resti di un giaciglio dietro ai box dei fiori

Ancora rifiuti

 

«Quindici giorni per rimuovere lumini, peluche e vasi dalle tombe» Decisione shock del Comune

Cimiteri, dietrofont del Comune Interviene il sindaco Castelli: «Ordinanza sospesa»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X