Quantcast
facebook rss

Vigilantes aggredito
fuori dal bus
(Foto e Video)

SAN BENEDETTO -Si chiama Simone Censori ed è stato colpito al volto da un extracomunitario. Lo sdegno del candidato sindaco del centro destra di Castel di Lama dove la vittima è in lista per diventare consigliere
...

«Condanniamo l’ennesimo atto di violenza perpetrato ai danni di un cittadino italiano nello svolgimento del proprio lavoro, volto a garantire la sicurezza all’interno di un servizio pubblico».

Il momento dell’aggressione

Lo afferma il candidato sindaco del centro destra di Castel di Lama, Emidio Colucci dopo l’ aggressione avvenuta a Porto d’Ascoli da parte di uno straniero a danno di un operatore della Fifa Security presente a bordo di un bus Start. L’aggressione è avvenuta fuori dal mezzo dopo che l’extracomunitario era stato pizzicato senza biglietto. «Il deplorevole episodio -continua Colucci- accaduto sabato mattina all’interno di un pullman della Start, in servizio da Ascoli Piceno a San Benedetto del Tronto, di cui è stato vittima Simone Censori, operatore della Fifa Security nonchè candidato consigliere alle amministrative di Castel di Lama nella lista Centrodestra Unito – Colucci Sindaco. E’ stato aggredito con un pugno in pieno viso. Ribadiamo -conclude- la nostra ferma condanna contro questi atti di violenza, frutto della sconsiderata politica pro immigrazione attuata dal governo centrale e dalle amministrazioni locali di sinistra. Come candidato sindaco per il centrodestra unito esprimo solidarietà al nostro candidato consigliere, ed un augurio di pronta guarigione».

Violenza a Porto D’Ascoli, Forza Nuova pronta a riportare la sicurezza sui mezzi pubbliciPorto D'Ascoli (AP) – Dopo gli episodi di degrado avvenuti nei giorni scorsi sui mezzi pubblici locali, il movimento nazionalista Forza Nuova insorge e annuncia le “passeggiate” all’interno dei pullman."Siamo pronti a riportare la sicurezza sui mezzi pubblici – afferma il dirigente nazionale Giuseppe Zito – La giustizia italiana ha fallito, il sistema multiculturale è ormai allo sbando e i fatti di Porto D'Ascoli ne sono la prova tangibile e concreta”.“È per questo motivo che, già da questa settimana, i militanti forzanovisti saranno sui mezzi pubblici per vigilare e controllare che le gang di immigrati non prendano il sopravvento sul territorio – continua il nazionalista – Continua la nostra battaglia per la lotta e la giustizia sociale. La misura è colma – conclude Zito – Quando lo stato non c'è, arriva Forza Nuova. Siamo ORDINE CONTRO IL CAOS, e lo dimostreremo ancora una volta!"Ufficio Stampa Forza Nuova Marche

Pubblicato da Forza Nuova Marche su domenica 20 maggio 2018

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X