Quantcast
facebook rss

Ascoli-Entella, 0-0 il primo round
La salvezza si deciderà al “Del Duca”

SERIE B - Senza gol il primo match a Chiavari. I bianconeri, nonostante le numerose assenze, resistono al Comunale dove limitano i rischi. Poche occasioni, prevale la paura di perdere. Brivido nel finale per il palo colpito da Aliji. Tensione nel recupero: espulsi gli allenatori Cosmi e Volpe. Il risultato fa ben sperare per la salvezza in vista del ritorno di giovedì 31 maggio quando il Picchio avrà a disposizione due risultati su tre. Incessante il tifo dei cinquecento fedelissimi al seguito
...

I tifosi dell’Ascoli hanno cantato e incitato la squadra per tutta la partita: ancora una volta encomiabili

di Bruno Ferretti

A tre minuti dal 90’ il terzino albanese Aliji, avanzato dalla retrovie, raccoglie un cross in area ascolana e calcia a rete con violenza. Agazzi vola ma non ci arriva e la palla si stampa sul palo. Un segno del destino? Chissà. Il primo round di Entella-Ascoli si chiude in parità, senza gol (0-0). E’ un risultato favorevole alla squadra di Cosmi che nel ritorno di giovedì prossimo al “Del Duca”, per salvarsi avrà a disposizione due risultati su tre. Per conquistare il sospirato traguardo, insomma, il popolo bianconero dovrà soffrire fino all’ultimo minuto dell’ultima partita, ma il pari di Chiavari è da considerare come un decisivo passo avanti.

Ultras bianconeri protagonisti anche a Chiavari (Foto Mark)

L’Ascoli al Comunale della città ligure disputa un’attenta partita difensiva, controlla senza eccessivi affanni per oltre un’ora la gara, soffrendo un po’ nel finale quando l’Entella inserisce uomini più offensivi come Icardi e soprattutto De Luca. Come previsto Cosmi rilancia Mengoni in difesa e Bianchi a centrocampo, e affida la cabina di regia a Kanoutè che svolge  con ordine il compito. L’africano, cresciuto nella scuola Juve, lavora con efficacia in fase di interdizione, ma anche nella costruzione della manovra facendo partite un paio di contropiedi che potevano avere un sito migliore. Bianchi e D’Urso sono gli interni, mentre Mogos e Pinto gli esterni. Confermati anche i due attaccanti Monachello e Clemenza.

Il primo tiro in porta è dell’Ascoli (17’) con Kanoutè dal limite: blocca a terra Paroni. Entella molto pericolo intorno alla mezz’ora, prima con Troiano che non centra la porta su assist dal fondo dell’avanzato Ceccarelli, poi con La Mantia che chiude male, sul primo palo, un traversone di Aramu. La migliore palla gol dell’Ascoli si registra quando Bianchi (42’) si inserisce con tempismo sull’angolo di Kanoutè e colpisce di testa ma alza la mira: la palla esce di poco sopra la traversa.

La curva dei tifosi dell’Entella

L’Entella nella ripresa, dopo dieci minuti, deve effettuare l primo cambio: esce Ceccarelli (infortunato), entra Cremonese. Un minuto dopo l’Ascoli spaventa i padroni di casa: discesa di Mogos sulla destra, palla a Clemenza che tira con prontezza: la palla potrebbe finire dentro ma una causa una fortuita deviazione si perde sul fondo. Icardi al posto di Eramo è il secondo cambio di Volpe. Al 28’ mischia furibonda in area ascolana. Mogos ribatte la conclusione ravvicinata di Gatto che cercava il gol dell’ex. Doppio cambio alla mezz’ora: nell’Ascoli Varela sostituisce Clemenza, nell’Entella esce Gatto ed entra De Luca. Cosmi poi richiama Monachello, ormai sfinito, e manda in campo Rosseti. Il palo di Aliji è l’ultimo brivido per l’Ascoli e i suoi oltre 500 tifosi che non hanno mai smesso di  sostenere la squadra del cuore. Per la salvezza tutto rinviato al secondo e decisivo round di giovedì prossimo.

ENTELLA (4-4-2): Paroni; Eros De Santis, Ceccarelli (10’st Cremonesi), Pellizzer, Aliji; Eramo (19’st Icardi), Crimi, Troiano, Gatto (30’st De Luca); Aramu, La Mantia. A disposizione: Iacobucci, Massolo, Benedetti, Llullaku, Di Paola, Petrovic, Acampora, Currarino, Brivio. Allenatore: Volpe.

ASCOLI (3-5-2): Agazzi; Padella, Mengoni, Gigliotti; Mogos, Bianchi (48’st Baldini), Kanoutè, D’Urso, Pinto; Clemenza (30’st Varela), Monachello (37’st Rosseti). A disposizione: Lanni, Ivan De Santis, Florio, Perri, Mignanelli, Parlati, Castellano, De Feo, Ganz. Allenatore: Cosmi.

Arbitro: Di Paolo di Avezzano (assistenti Borzomì e Raspollini, addizionali Minelli e Serra, 4° uomo Formato)

Note: spettatori 4.367 per un incasso di 23.547 euro. Al 47’st allontanati dalle panchine gli allenatori Cosmi e Volpe. Ammoniti: Bianchi (A), Gigliotti (A), Kanoutè (A), Eramo (E) tutti per gioco falloso. Angoli 5-4 per l’Ascoli. Recupero 1’+6′.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X