facebook rss

Aggredì una donna perchè
aveva la Bibbia in mano
Marocchino patteggia

ASCOLI - L'uomo, difeso dall'avvocato Silvia Morganti, è stato rimesso in libertà a seguito della sospensione della pena decisa dal giudice

Aveva aggredito una nigeriana cercando di strapparle di mano la borsetta e la Bibbia che stava leggendo davanti alla stazione. Ma alla fine era stato arrestato dai carabinieri e rinchiuso in carcere anche perché in precedenza aveva molestato altre donne nel centro di San Benedetto.

L’interno del tribunale

Lunedì mattina, M.B., marocchino di 29 anni residente a Martinsicuro ha patteggiato una penna di un anno e due mesi di reclusione. L’uomo, difeso dall’avvocato Silvia Morganti, è stato rimesso in libertà visto che il giudice ha sospeso la pena. Al momento dell’aggressione, avvenuta lo scorso 3 maggio, l’extracomunitario era apparso in evidente stato di alterazione psico-fisica dovuto verosimilmente all’abuso di alcol. La donna, invece, era stata accompagnata al Pronto Soccorso dell’ospedale di San Benedetto del Tronto dove è stata refertata con una prognosi di sette giorni.

r.p. 

Aggredisce una donna alla stazione ferroviaria, arrestato un 29enne ubriaco

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X