Quantcast
facebook rss

«Tracce fattibili e interessanti»:
il tema soddisfa i maturandi ascolani

ASCOLI - Gli studenti soddisfatti dei temi scelti dal Ministero per l'esordio dell'Esame di Stato. Giovedì si replica con la seconda prova specifica per tutte le scuole
...

di Maria Nerina Galiè

Qualche minuto prima delle otto, erano già schierati davanti alle scuole di Ascoli Piceno e provincia i maturandi 2018: 1055 (di cui 20 esterni) per il capoluogo, 684 più 6 esterni a San Benedetto del Tronto, 36 ed un esterno per Cupra Marittima, 178 e due esterni a Grottammare, 157 oltre a 20 esterni a Ripatransone, 9 a Montalto delle Marche.
Alle 8,30 ha avuto inizio la prima prova con l’invio a tutte le scuole, da parte del Miur, dei codici per aprire i plichi telematici alla presenza dei rappresentanti di classe chiamati come “testimoni”. La clessidra delle sei ore è stata “girata” tra le 9 e le 9,15 in tutti gli istituti. Per l’Analisi del Testo (tipologia A) la proposta era Giorgio Bassani ed un brano tratto da “I Giardini dei Finzi-Contini”, ad 80 anni dalla promulgazione delle leggi razziali. Quattro le tracce per il Saggio Breve (Tipologia B) con citazioni di Alda Merini, Petrarca, Pirandello e Quasimodo, insieme ad opere di Munch, Giovanni Fattori ed Edward Hopper per sviluppare «i numerosi volti della solitudine” nell’ambito artistico-letterario; bioetica e clonazione per il saggio tecnico-scientifico; al centro della traccia socio-economica c’era la creatività, neo lavoro che non esula dalle competenze; massa e propaganda per l’ambito storico-politico.

Maturandi all’Itcg Umberto I

Venivano chiesti riferimenti ad Aldo Moro e De Gasperi per il tema di argomento storico (Tipologia C). Ed infine l’articolo 3 della Costituzione, pari dignità ed uguaglianza formale e sostanziale, nel tema di ordine generale (Tipologia D).
Come si sono orientati gli studenti ascolani, lo abbiamo chiesto ad alcuni di loro mentre uscivano alla spicciolata dai rispettivi istituti, stanchi ma di certo più rilassati rispetto a sei ore prima, per aver fatto un bel passo avanti verso l’ambita Maturità. Aldo Moro e la Costituzione erano trapelati nei giorni scorsi come possibili argomenti, eppure è stato il saggio breve ad indirizzo artistico-letterario quello scelto dalla maggior parte dei candidati sentiti al Liceo Classico Stabili. «Le tracce erano tutte fattibili e appassionanti – ha detto Ottavia Firmani – anche se ho scelto il tema artistico-letterario. Quello storico non era per nulla scontato perché, sì c’era Aldo Moro, ma in realtà si poteva spaziare su tutto il dopoguerra. Anche l’analisi del testo era estendibile a discorsi più ampi su razzismo ed antisemitismo». L’ambito artistico-letterario, secondo Stefano De Palo, “è stato il più gettonato anche perché dava adito a citazioni inerenti il programma di tutti e 5 gli anni, sia classiche che moderne”. Riferisce però che qualcuno si è “buttato” anche sulla storia o l’analisi del testo. E’ di Angelica la voce fuori dal coro che si è cimentata nel dibattito bioetica e clonazione.
All’istituto tecnico e per geometri “Umberto I” si aspettavano “di peggio”.

Gli studenti del classico “Stabili”

Dante Sofia che ha trovato i titoli “fattibili ed interessanti” e si è impegnato senza troppe incertezze sul tema di argomento generale e quindi sull’articolo 3 della Costituzione. Luca Marconi, dopo «qualche intoppo iniziale”, è andato avanti con sicurezza sul tema socio-economico, scelto anche da Manila che si dice soddisfatta della prova. Francesco Tanucci dell’Istituto Tecnico Industriale Enrico Fermi, uno dei testimoni per l’apertura dei plichi, sostiene che la maggior parte dei suoi compagni ha scelto il saggio breve e, prevalentemente, quello tecnico-scientifico, precisando però che in altre classi «hanno opzionato in diversi anche l’analisi del testo – dice ancora – mentre non so di qualcuno che ha scelto l’argomento storico, seppure era atteso».
Domani, giovedì 21 giungo, la seconda prova scritta, diversa per tutti gli istituti. Agli studenti del classico tocca il greco, prova che alcuni prevedono “davvero tosta”, matematica allo scientifico. Tra gli istituti tecnici e professionali troviamo numerose materie caratterizzanti i vari indirizzi, come estimo, economia aziendale, meccanica o legno, come al geometri, dove gli studenti saranno all’opera per otto ore.

Maturità, la carica dei 2000 Tutto pronto per gli esami I consigli di due docenti d’eccezione

Maturità, i consigli della psicologa e gli alimenti da evitare


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X