facebook rss

Anti movida, l’ordinanza
del sindaco diventa operativa

SAN BENEDETTO - Tutti gli obblighi e i divieti esposti nella delibera firmata da Piunti riguardano le zone del centro della città e tutto il lungomare

di Benedetto Marinangeli

L’ordinanza del sindaco Pasqualino Piunti contro la movida molesta, presentata alla stampa sabato scorso è ora operativa. Sarà vietato somministrare o vendere bevande alcoliche e superlcoliche per l’asporto in qualsiasi contenitore dalle 24 alle 6 del giorno successivo. Vietato anche consumare bevande alcoliche nelle aree pubbliche o aperte al pubblico nella stessa fascia oraria così come vendere per asporto bevande generiche in contenitori di vetro e lattine dalle 22 alle 6 del mattino.

L’ordinanza prevedrà anche l’obbligo di prevenire o impedire la consumazione delle bevande al di fuori del locale nella fascia oraria notturna e l’obbligo di promuovere una campagna di sensibilizzazione sull’educazione al bere e su contenimento delle emissioni sonore. Inoltre ecco l’obbligo di provvedere alla completa pulizia ed igiene degli spazi esterni antistanti e adiacenti gli esercizi e quello di provvedere nell’orario di chiusura a rendere inutilizzabili tavoli e sedie presenti all’esterno dei locali. Infine tra gli obblighi è confermato quello di impedire nelle ore serali comportamenti chiassosi da parte degli avventori nelle aree esterne al locale.

Definite anche le zone della città dove scatteranno obblighi e divieti e cioè il centro città e tutto il lungomare. “Nell’area perimetrata – si legge nella delibera – a nord da via Carducci e via Marin Faliero, a sud dal Torrente Albula, a ovest da corso Mazzini e corso Cavour ed ad est dalla linea di battigia e dalla banchina di riva del porto e nell’area ricadente nelle fasce di profondità pari a metri 50 dai limiti della carreggiata ad est e ad ovest delle seguenti vie: viale Trieste, viale Marconi, viale Europa, viale Rinascimento, piazza Salvo d’Acquisto, via San Giacomo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X