facebook rss

Dalla Regione altri 10 milioni
per le imprese del cratere sismico

ASCOLI - L'assessore regionale Manuela Bora: «Rivitalizzare il tessuto produttivo delle aree interne creando nuove opportunità di lavoro e di investimento»

Ripresa post sisma, arriva altri fondi. La Regione Marche, infatti , ha deciso di stanziare altri 10 milioni di euro del Por Fesr 2014-2020 per il rilancio e la crescita economica delle aree colpite dal sisma. Dopo i 15 milioni assegnati per rivitalizzare le filiere produttive (domande dal 3 settembre al 31 ottobre 2018 – Bur 28 giugno 2018), un secondo bando, in uscita sul Bur (Bollettino unico regionale) del 5 luglio, sostiene gli investimenti delle imprese per favorire nuovi insediamenti produttivi, l’ammodernamento, la ristrutturazione e la diversificazione dei prodotti e dei processi aziendali.

Manuela Bora

Le domande andranno presentate dal 10 settembre prossimo, fino all’esaurimento dei fondi disponibili. Sono interessate le micro, piccole e medie imprese localizzate nei comuni terremotati che dovranno realizzare investimenti con impatto positivo in termini energetici, rispetto dell’ambiente e una significativa ricaduta occupazionale. «L’intervento intende valorizzare le vocazioni produttive dell’area colpita dal terremoto con una particolare attenzione agli ambiti individuati dalla Regione nella strategia di specializzazione intelligente – evidenzia l’assessora alle Attività produttive, Manuela Bora – In una fase critica dell’economia delle aree interne, aggravata dal sisma, intendiamo rivitalizzare il tessuto produttivo, favorendo la ripresa e lo sviluppo, anche in chiave innovativa, delle attività preesistenti, agevolando contemporaneamente l’attrazione di nuove opportunità di lavoro e di investimento».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X