facebook rss

Sibillini, grazie al Cai Toscana
rinascono due itinerari escursionistici

MONTAGNA - Otto volontari, operatori esperti di sentieristica, hanno concluso le attività di manutenzione della coppia di percorsi non interdetti a seguito del sisma ma bisognosi di manutenzione. Entrambi hanno come meta Castelluccio

 

Proseguono le iniziative di solidarietà nei confronti del Parco Nazionale dei Monti Sibillini dopo gli eventi sismici del 2016 e 2017. Otto volontari, operatori esperti di sentieristica di diverse sezioni del Cai Toscana, hanno infatti concluso ieri le attività di manutenzione di due itinerari escursionistici del parco, non interdetti a seguito del sisma ma che comunque necessitavano di interventi, contribuendo così a rendere fruibili oltre 35 chilometri di sentieri. Le attività rientrano anche nell’ottica di una fruizione sostenibile dei Piani di Castelluccio mediante mobilità dolce e alternativa, soprattutto durante il periodo della celebre fioritura.

L’iniziativa è stata approvata dall’Assemblea Regionale dei Delegati Toscana e accolta con entusiasmo e riconoscenza dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Gli operatori hanno messo a disposizione del Parco la loro esperienza e formazione nelle attività manutentive che consentirà di restituire la piena fruibilità dei percorsi “E13” con itinerario Castelluccio – Poggio di Croce – M. Ventosola – Pian Grande – Castelluccio ed “E17” con itinerario Foce – Palazzo Borghese – Colle Abieri – Capanna Ghezzi – Castelluccio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X