facebook rss

Minacce e insulti a Benigni,
altro tifoso alla sbarra

ASCOLI - I fatti risalgono all'estate 2013 dopo la retrocessione del Picchio dalla serie B alla C. Presente in aula anche l'ex patron bianconero

Non si fermano i procedimenti penali a carico dei tifosi bianconeri che nella calda estate del 2013 (con il Picchio retrocesso dalla B alla C) si scagliarono su Facebook contro l’ex patron Roberto Benigni, difeso dall’avvocato Mauro Gionni.

Roberto Benigni

Dopo la stangata toccata di recente ad un ultras (condannato ad un anno e 10.000 euro di risarcimento), ora a processo è finito un altro tifoso con l’accusa di minacce perpetrate tra il 14 e il 24 agosto 2013. Lunedì mattina in tribunale, di fronte al giudice Claudia Di Valerio, è stato ascoltato lo stesso Benigni che ha ricordato le minacce vissute da lui e dalla sua famiglia nella parte finale della sua avventura in bianconero. L’udienza è stata poi rinviata al 2019.
r.p.

Minacce e insulti a Benigni, maxi condanna a un ultras


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X