facebook rss

Pestaggio per rubare un cellulare:
la Polizia individua gli aggressori
Caccia ad un tunisino latitante

SAN BENEDETTO - I fatti risalgono all'ottobre scorso e si verificarono nei pressi della stazione ferroviaria

La stazione di San Benedetto (foto Cicchini)

Secondo la Polizia di San Benedetto sono un tunisino di 24 anni (F.A) e un algerino di 31 (F.S.)gli autori del pestaggio a danni di un giovane nordafricano avvenuto nei pressi della stazione ferroviaria di San Benedetto il 20 ottobre scorso. Sono stati individuati dopo mesi di indagini anche se al momento in carcere è finito soltanto l’algerino uno dei due accusati, mentre il tunisino è ancora latitante.

Umberto Gramenzi

Secondo la ricostruzione dei fatti, dopo aver fatto cadere a terra la vittima, gli aggressori lo hanno iniziato a colpire con calci e pugni su tutto il corpo finendo per impossessarsi del telefono cellulare presente nella tasca dei pantaloni del malcapitato ragazzo. Sono accusati anche di una seconda rapina. Nel pomeriggio di giovedì è previsto l’interrogatorio di garanzia in carcere. Gli stranieri sono assistiti dall’avvocato Umberto Gramenzi. L’algerino è stato individuato in uno stabile dismesso della zona portuale dove si era rifugiato per sfuggire alla cattura. Gli agenti hanno rinvenuto anche una discreta quantità di eroina che gli è stata sequestrata.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X