facebook rss

Porta Tufilla conquista
la prima stella
E Innocenzi torna…”umano”

ASCOLI - Massimo Gubbini conquista il decimo sigillo per i rossoneri. Secondi gli storici rivali di Porta Solestà. Sul podio anche Enrico Giusti di Sant'Emidio, mai in partita Porta Romana, Porta Maggiore e Piazzarola

di Renato Pierantozzi

(foto di Andrea Vagnoni)

Con 1944 punti Massimo Gubbini ha conquistato il decimo palio per il sestiere di Porta Tufilla. Dietro di lui, staccato di 22 punti, Luca Innocenzi forse frenato, almeno a partire dalla seconda tornata, dalla cavalcatura “Try our Luck”. Anche nella terza e decisiva tornata, quando Gubbini era in vantaggio di soli 6 punti rispetto al solestante, Innocenzi non ha sfoderato una tornata super come ci aveva abituato in passato. Un “ritorno sulla terra” per il pluricampione folignate, fresco vincitore nella sua città, ma che comunque avrà tra meno di un mese la possibilità di riscattarsi. Per Porta Tufilla si tratta della prima stella “stella”. Terzo posto per Enrico Giusti di Sant’Emidio comunque staccato in classifica (1860 punti) di ben 84 lunghezze dal vincitore. Per lui sette centri e tempi competitivi solo nella prima frazione di gara. Più staccato Fabio Picchioni di Porta Romana fermatosi a quota 1808 punti e mai entrato in lotta per il titolo forse “tradito” dal cavallo Genoria apparso piuttosto lento, sin dalla prima tornata, soprattutto nel rettilineo finale. Quinta posizione per Porta Maggiore con Mattia Zannori che è riuscito a conquistare 1772 punti. Per il fantino ternano nove centri su nove, ma tempi troppo lenti nella percorrenza dell’otto visto che non è sceso mai sotto i 54 secondi. Ultimo il giovanissimo Nicholas Lionetti della Piazzarola con un punteggio di 1742 punti, danneggiato oltremodo dalla sfilza di penalità (ben 4) prese nella seconda tornata. Per tutti l’appuntamento è per la rivincita del 5 agosto quando si correrà il palio della tradizione in onore di Sant’Emidio.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X