facebook rss

“Abruzzo dal Vivo” chiude
con Nanco e Di Sabatino

COLONNELLA - Il festival nato per aiutare la rinascita culturale, economica e sociale dei comuni abruzzesi colpiti dal sisma vedrà il suo epilogo annuale mercoledì 8 agosto. Alle 19,30 incontro in piazza Garibaldi per fare il punto con sindaci e addetti ai lavori, poi i due live. Il trio del pianista teramano sarà in tandem con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese

Una serata nello splendido borgo di Colonnella all’insegna della musica chiuderà simbolicamente, mercoledì 8 agosto, il festival Abruzzo dal Vivo 2018. L’evento, organizzato grazie alla preziosa disponibilità dell’Amministrazione comunale, vedrà riunirsi i rappresentanti dei 23 comuni del cratere che durante questa estate hanno dato vita ad un cartellone denso di appuntamenti di musica, prosa e teatro ragazzi grazie a Mibact e Regione Abruzzo, ma che ancor di più hanno creato una rete tra i comuni, solidale e organizzata, che è pronta a impegnarsi in altri importanti progetti.

Nanco a Civitella (foto Vagnoni)

Rete8, media partner del festival, seguirà l’evento in diretta tv: alle 19,30 per Abruzzo Tour Village il direttore dell’emittente regionale Carmine Pierantuono condurrà in Piazza Garibaldi, un talk focalizzato sul festival e sui progetti futuri per la rinascita culturale economica e sociale dei comuni abruzzesi, al quale interverranno Giuseppe D’Alonzo sindaco di Crognaleto comune capofila del progetto, Luciano Monticelli consigliere delegato alla cultura della Regione Abruzzo, Angelo Radica presidente di ACS Abruzzo Circuito Spettacolo che ha curato la direzione artistica e organizzazione del progetto realizzato dai comuni; a seguire sarà possibile assistere a due concerti: il primo alle 21 del cantautore teramano Nanco, noto anche per il singolo “Ti invito in Abruzzo”, musica e parole dedicate alla sua terra, martoriata da terremoti e nevicate epocali; alle 22 ecco l’Orchestra Sinfonica Abruzzese & Paolo Di Sabatino Trio sulla scalinata simbolo architettonico del paese, in “Sinfonico” un progetto musicale che unisce, nello stesso repertorio, alcune composizioni di Paolo Di Sabatino e una manciata di canzoni italiane famosissime, di varie epoche. Il comune denominatore è la cantabilità delle melodie. Gli arrangiamenti e le orchestrazioni, che mescolano sapientemente le sonorità classiche alle armonie jazz, fanno da cornice alle improvvisazioni del trio. Dirige l’orchestra il maestro Roberto Molinelli, con brani come “Caterina”, “Azzurro”, “Donne”, “Guarda che luna”, “Nel blu dipinto di blu”, “Quando, quando, quando”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X