facebook rss

Doppia ambulanza nel campeggio,
giornata nera per il “Led Zeppelin”

CUPRA MARITTIMA - Una ragazza disabile ha accusato un malore in acqua ed è stata soccorsa da un addetto al salvataggio, poi trasferita all'ospedale di San Benedetto e quindi in eliambulanza al Torrette di Ancona. Un'altra di 79 anni si è infortunata mentre giocava al tiro alla fune

Giornata nera per il camping village “Led Zeppelin” di Cupra Marittima. Due ospiti, entrambe donne, sono stati soccorsi e trasportati in ospedale: uno al “Madonna del Soccorso” di San Benedetto, quello più grave in eliambulanza al Torrette di Ancona. La prima, una ragazza disabile, ha accusato un malore mentre era in acqua ed è stata prontamente soccorsa da Pierluigi Napolitano, 50 anni, della “Cooperativa assistenti bagnanti”. Quindi l’intervento dell’ambulanza del 118 che è giunta da San Benedetto ma senza medico a bordo. A quel punto è arrivata anche l’eliambulanza di “Marche Soccorso” da Ancona, con il medico che ha assistito la giovane fino al trasferimento in ambulanza all’ospedale di San Benedetto. Vista la gravità del quadro clinico, è stato deciso di portarla al Torrette di Ancona. Intanto l’eliambulanza si era portata da Cupra al porto di San Benedetto, dove è atterrata in attesa di caricare la giovane che alla fine è stata ricoverata ad Ancona.

L’atterraggio dell’eliambulanza al porto di San Benedetto (Foto Cicchini)

Poco dopo, sempre al “Led Zeppelin”, una donna di 79 anni che stava giocando con altri ospiti della struttura al tiro alla fune, è scivolata cadendo malamente e infortunandosi in maniera grave a un ginocchio. In questo caso è intervenuta un’ambulanza della Misericordia di Grottammare che ha provveduto a trasportare la signora al Pronto Soccorso dell’ospedale di San Benedetto.

M.N.G.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X