facebook rss

Il centro storico e la magia del circo
La notte bianca ha un nuovo format

ASCOLI - Il 10 agosto la sinergia tra l'associazione di commercianti Wap e il Comune darà ampio spazio ad arte di strada e musica lungo le 16 location scelte nel cuore cittadino. Maghi, fuochi, clown, trampoli, giocolieri per una edizione totalmente rinnovata

Orsini, Di Sabatino, Castelli e Trillini

di Luca Capponi

Un grande circo all’aperto tra arte di strada, musica e 16 postazioni allestite per vivere al meglio un’esperienza nuova. Quella della notte bianca targata Wap-Comune, che come da tradizione a livello di data andrà in scena il prossimo 10 agosto dalle 20,30 nel centro storico delle cento torri. Con un nome che non poteva essere altro che “La notte, il circo e la luna”.
Dopo mesi di indiscrezioni, dunque, l’evento è stato presentato ufficialmente dal sindaco Guido Castelli, dai rappresentanti di Wap (associazione che riunisce molti commercianti del centro) Arianna Trillini e Marco Di Sabatino e dal direttore artistico Mauro Orsini della Compagnia dei Folli. A proposito dei Folli, saranno una delle attrazioni principali con lo spettacolo “Fuoco” che si ripeterà due volte in piazza del Popolo, alle 00,30 ed all’1,30.
«Riorganizzare il format della notte bianca creando una identità nuova e, al tempo stesso, sfruttando i vantaggi che un evento del genere può portare per i commercianti; era questo l’obiettivo iniziale. -spiega Castelli- Sono lontani i primi anni in cui si potevano investire cifre importanti per dare “vita” alla città con la notte bianca. Oggi, per fortuna, abbiamo un palinsesto di eventi che tiene accesa l’attenzione in maniera costante, arricchito da questa iniziativa, che definirei “diversa”, per cui l’associazione Wap merita il plauso».

Un’immagine tratta da “Inferno” dei Folli

«Abbiamo dato vita a uno schema riproducibile ed esportabile, qualcosa di nuovo in cui crediamo molto, in grado di abbinare qualità, cultura e promozione per le attività commerciali, che ovviamente invitiamo a organizzarsi e a proporre offerte per vivere al meglio questo momento di condivisione» hanno spiegato, in diversi momenti, Di Sabatino e Trillini. Che sono stati tassativi su un punto: «No agli ambulanti del food, abbiamo voluto tutelare i commercianti ascolani».
Per quanto riguarda la proposta artistica, come detto, le postazioni in cui si svilupperà l’evento saranno 16, disseminate tra piazza del Popolo, piazza Arringo (dove ci sarà anche Ascoliva Festival), corso Vittorio Emanuele, largo Crivelli, corso Trento e Trieste, piazza Roma, via D’Ancaria, via del Trivio, piazza Sant’Agostino, piazza Ventidio Basso, via Ceci, via Sacconi, piazza della Viola (ci sarà la discoteca curata da K Events), corso Mazzini, via Battisti, per un alternarsi di giocolieri, maghi, teatro, bodypainting, giochi di fuoco, clown.
Tra di essi spiccano la compagnia napoletana (riconosciuta dal Mibact) Baracca dei Buffoni, il Mago Skizzo, Drago Bianco, Madame Rebinè, L’abile teatro, Trick Nick, Badabimbumband, Zastava Orchestra, Bubble Street Circus, Mr. Dudi, Unicycle, Mastrobolla, Jump Up. «Ad ogni artista di strada verrà abbinato uno specifico gruppo musicale scelto accuratamente in base al tipo di proposta. -aggiunge Orsini- Ci saranno pure un mercatino artigianale in largo Crivelli, il cineforum al polo Sant’Agostino e le aperture notturne di Pinacoteca, Galleria “Licini” e Museo Archeologico».
Tra gli “addetti al reparto musica” ecco il deejay Ermanno Carucci, Laminae Cantus, Misfit, Flex P, Giacinto Cistola Trio, Zigà, Dynamo, Orbit Beat Blues, Amandacustica, On Air Band, Abetito Galeotta, Wild Angels, PnP, Blackout Bridge, Moonshadows, Melissa D’Ottavi e Panico.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X