facebook rss

Esclusiva – Tosti e Ciccoianni chiariscono:
«Non lasceremo l’Ascoli,
lavoriamo per il rilancio»

SERIE B - Il presidente: «Lavoriamo tutti dalla mattina alla sera e resteremo al nostro posto». L'azionista dopo la polemica in Tv: «E' stato un equivoco. Non mi piace come va il calcio oggi, ma non lascio l'Ascoli»
...

Ciccoianni (a sinistra) e Tosti (a destra), al centro il patron Pulcinelli

di Bruno Ferretti

Uno è titolare della Ciam (tutto per gli animali) azienda leader a livello nazionale. L’altro è proprietario della Tecnoricambi (ricambi auto plurimarche) fra i più grandi e forniti del settore. Entrambi hanno sempre tanto lavoro da svolgere nelle rispettive aziende, ma in queste settimana passa tutto in secondo piano perché sono super impegnati con l’Ascoli. La squadra, i contratti, il mercato, l’organizzazione della nuova società, i problemi dello stadio, il settore giovanile, la campagna abbonamenti, i rapporti con Lega, Federazione e le altre squadre città. Il lavoro da svolgere è veramente tanto per Giuliano Tosti (presidente) e Gianluca Ciccoianni (dirigente e azionista).

«Stiamo tutti lavorando per l’Ascoli perché non vogliamo trascurare niente fare ogni cosa per bene – dice il presidente Tosti – le cose da fare sono tantissimi e ci occupano dalla mattina alla sera. Lavoro straordinario anche per il dg Lovato, gli altri dirigenti in sede, compreso il personale che ha rinunciato alle ferie lavorando tutti i giorni con particolare impegno e senza pause. Quando vado in crisi io, è Gianluca che mi ricarica – prosegue Giuliano Tosti – la stessa cosa faccio con lui quando lo vedo stanco o giù di corda. Siamo grandi amici da sempre e fra noi c’è un rapporto speciale che la dirigenza ha rafforzato ancora di più. Fra noi l’intesa è massima – quello che ha detto Gianluca l’altra sera in tv è il frutto di uno sfogo anche comprensibile e niente di più. Nessuno di noi ha intenzione di lasciare l’Ascoli grazie due o tre anni. Noi vogliamo rilanciare la società il meglio possibile e come meritano i tifosi. Finché ci vorranno, insomma, resteremo al nostro posto. E con grande entusiasmo e tanta voglia di far bene».

«A me piace il calcio giocato e vorrei che il pallone stesse sempre al centro del progetto e di ogni discorso – conclude Ciccoianni – invece vedo che oggi si parla di tante altre cose marginali e poco di calcio. Da questa amara considerazione è nata la mia dichiarazione nella trasmissione di Vera Tv. Ma lontano da me l’ idea di lasciare il nostro amato Ascoli».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X