facebook rss

Droga, restano in carcere i due arrestati
L’ascolano nega tutto

ASCOLI - Il giudice Rita De Angelis ha convalidato la custodia in carcere dei giovani arrestati all'alba di mercoledì lungo l'autostrada

Restano in carcere i due giovani arrestati all’alba di mercoledì mattina a San Benedetto. L’ascolano (A.P.), difeso dal’avvocato Nazario Agostini, di fronte al giudice Rita De Angelis ha negato tutto. Mentre è rimasto in silenzio il giovane napoletano (C.M.) Il blitz della Squadra Mobile era scattato nei pressi del viadotto Ragnola dove  il napoletano era sceso dalla vettura iniziando ad armeggiare nel bagagliaio da cui ha tirato fuori la ruota di scorta per consegnarla all’ascolano, sopraggiunto con lo stesso modello di auto. Un movimento che non è sfuggito ai poliziotti che hanno visto che il copertone era squarciato. Un taglio bello grosso perchè al suo interno, avvolto in una reticella di colore verde, c’era un panetto di cocaina poi risultato del peso di tre etti. A seguito della perquisizione domiciliare, inoltre, a casa del 32enne ascolano sono stati trovati altri cinque pneumatici, tutti con l’identico squarcio e lo stesso tipo di reticella insieme a munizioni di diverso calibro “detenute senza alcun titolo” in casa. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro, compresi un paio di telefoni cellulari e un pugnale che probabilmente veniva usato per squarciare le gomme.

La droga viaggiava nei pneumatici Arrestati un incensurato ascolano e il papà di una bimba di un anno (Le Foto)

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X