facebook rss

Cammina nudo in Piazza D’Armi,
30enne ricoverato al Torrette
Ha precedenti ad Ascoli

ANCONA - Il giovane romeno indossava solo le scarpe. La Polizia Municipale l'ha trovato in stato confusionale, gli agenti gli hannp coperto le parti intime con una pettorina di servizio e poi l'hanno accompagnato in ospedale, quindi gli hanno trovato un posto dove mangiare e dormire. E' risultato noto alle forze dell'ordine: recentemente è incappato in guai giudiziari nel capoluogo piceno

Nudo in Piazza d’Armi alle 11,50 di stamattina. Indossava solo un paio di scarpe il giovane romeno che è stato fermato da una pattuglia della Polizia Municipale di Ancona mentre passeggiando si dirigeva in costume adamitico da piazza Ugo Bassi verso il mercato di via Colombo. Il 30enne era in evidente stato confusionale e non riuscendo a rispondere alle domande che gli venivano poste in italiano, in inglese in francese e spagnolo, non è stato neppure in grado di fornire le proprie generalità né di spiegare agli agenti perché si trovasse senza vestiti, a quell’ora e in quel posto. Com’è intuibile, non aveva con sè i documenti. Per proteggerlo agli occhi  dell’anfiteatro di curiosi, che nel frattempo si era fermato ad assistere alla scena, i Vigili urbani gli hanno coperto le parti intime con una pettorina gialla utilizzata dagli agenti durante i servizi di controllo in strada. Il giovane straniero di incarnato scuro, capelli lunghi e barba, si è lasciato accompagnare verso l’ambulanza della Croce Gialla dove è salito per essere trasferito al Pronto Soccorso dell’ospedale di Torrette per i necessari accertamenti sanitari. Nel frattempo erano arrivati anche i rinforzi di altre due pattuglie della Polizia Municipale. In queste ore si sta cercando di identificare lo sconosciuto anche per capire se è  un paziente psichiatrico senza fissa dimora o se invece è residente in città o altrove ed ha qualche parente. Dopo la depenalizzazione, gli atti osceni in luogo pubblico puniti non sono più considerati un reato e vengono puniti solo con una sanzione amministrativa, sempre che il soggetto che li ha messi in scena sia capace di intendere e volere. Alla fine è stato dimesso dall’ospedale e la Polizia Municipale gli ha procurato dei vestiti mettendosi alla ricerca di un traduttore romeno o moldavo. Poi i Servizi sociali del Comune di Ancona gli hanno assicurato un posto dove dormire stanotte e i vigili urbani l’hanno accompagnato nella struttura “Un tetto per tutti” dove potrà trovare ristoro e pernottare. Da controlli più approfonditi è anche venuto a galla che il giovane è noto alle forze dell’ordine nonostante abbia usato diversi nomi e che è recentemente incappato in guai giudiziari ad Ascoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X