facebook rss

Pro Loco in festa nei Sibillini:
per due giorni 18 realtà
invaderanno Comunanza

SABATO E DOMENICA ricchi di iniziative, tra cui un convegno con i presidenti di Regione (Ceriscioli) e Provincia di Ascoli (D'Erasmo), ma spazio anche a stand con specialità enogastronomiche, giochi per bambini e musica
...

Da sinistra: Livio Lini, Quinto Sagripanti, Alvaro Cesaroni, Marco Silla, Domenico Sacconi

di Maria Nerina Galiè

Saranno 18 le Pro Loco, in rappresentanza di altrettanti Comuni, che sabato 15 e domenica 16 settembre animeranno Comunanza in occasione della prima edizione di “Pro Loco in festa nei Sibillini”. Un “sogno” che Marco Silla e Quinto Sagripanti, rispettivamente presidente e vice della sezione piceno-fermana dell’Unione nazionale Pro Loco d’Italia (Unpli), rincorrono da sei anni, fino ad aver trovato sponda nella Pro Loco di Comunanza, e nel suo presidente Livio Lini, e nell’Amministrazione comunale capitanata dal sindaco Alvaro Cesaroni.

«Portare questa manifestazione nelle aree interne – ha spiegato Silla, nel corso della presentazione dell’evento – rappresentava per noi un obiettivo. Adesso l’abbiamo raggiunto, e che ci auguriamo di poterlo riproporre anche nei prossimi anni». Silla e Sagripanti (che è comunanzese) sono già tra gli organizzatori dell’omonimo evento, “Pro Loco in festa” appunto, che si svolge da 18 anni a Porto San Giorgio (Fermo) tra fine giugno e inizio luglio. «L’Unione delle Pro Loco ha resistito alla divisione tra Ascoli e Fermo»,  hanno detto senza nascondere l’entusiasmo di allargare il confine al Piceno, per la prima volta, con l’edizione autunnale. «La data di Porto San Giorgio segna l’inizio dell’estate – ha precisato Domenico Sacconi, vice sindaco di Comunanza – quella di Comunanza darà invece il benvenuto all’autunno, la stagione che vede diversi Comuni montani protagonisti di appuntamenti ormai consolidati che potranno essere lanciati in una vetrina inedita». Sono tante le iniziative che ogni anno, nella stagione delle foglie che cadono, richiamano numerosi visitatori a Montemonaco, Smerillo, Montefalcone, Acquasanta Terme e Comunanza, dove la Fiera degli Uccelli del prossimo 7 ottobre scandirà la 51esima edizione.  «Pro Loco nei Sibillini  – ha continuato Sacconi – vuole anche scardinare la prassi secondo la quale è la montagna a spostarsi verso il mare ed orientare a valle i propri rapporti commerciali. Sarà un’opportunità di scambio tra i Comuni della Valdaso, dalla costa ai Sibillini passando per la  vallata». Il compito di invertire la tendenza e segnare nuovi tracciati è stato affidato proprio alle pro loco. «E’ a loro – ha aggiunto il sindaco Alvaro Cesaroni – che spetta il ruolo di aggregazione, promozione delle tipicità locali e consolidamento delle tradizioni che caratterizzano e rendono unica ogni comunità. Funzione che diventa ancor più importante nelle zone interne, montane e… terremotate, parola che eviteremmo volentieri di usare ma purtroppo è ancora attuale».

Non a caso l’argomento sarà anche al centro del convegno “L’importanza delle Pro Loco nella rinascita dei paesi dopo il sisma del 2016” che aprirà la manifestazione, sabato alle ore 10,30 nella sala consiliare del Comune di Comunanza. Relatori il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, il presidente della Provincia di Ascoli Paolo D’Erasmo, il presidente regionale Unpli Mario Borroni, Marco Silla e il sindaco Alvaro Cesaroni. La presidente della Pro Loco di Arquata del Tronto, Maria Francesca Piermarini, arricchirà l’incontro con la testimonianza della sua esperienza e del compito che ha avuto l’associazione che presiede nelle difficili fasi del terremoto. La due giorni proseguirà con l’apertura degli stand in via Dante e viale Ascoli, dove sarà possibile degustare le specialità territoriali dei Comuni proposte da 13 delle Pro Loco aderenti. Le altre 5 avranno punti espositivi. Tra le tipicità, i maccheroncini Igp di Campofilone, le tagliatele fritte di Monterubbiano, le cozze alla marinara di Pedaso, i fagioli con le cotiche di Comunanza. I Comuni aderenti sono anche Belmonte Piceno, Carassai, Force, Monsampietro Morico, Montegiberto, Monteprandone,  Roccafluvione, Venarotta, Smerillo, Servigliano, Palmiano, Montedinove, Monterinaldo, e in più il Centro visite del Parco di Montemonaco. Sia sabato che domenica l’intrattenimento in piazza Garibaldi sarà rivolto a tutte le fasce di età con il luna park e i gonfiabili per i bambini, il dj set con “Dj Nick” e la musica live con “I Folkappanka” (sabato), “I Limitati’s band” e “Blackout Bridge” (domenica). Per domenica alle 16 è prevista la tradizionale sfilata delle Pro Loco, con la banda e le autorità locali. Lo spettacolo pirotecnico alle ore 23 concluderà i festeggiamenti.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X