facebook rss

Ripatransone viaggia
sulla banda ultra larga

IL PROGETTO per la connessione super veloce prevede il rilegamento di 1.732 unità immobiliari, di 12 sedi di Pubblica Amministrazione e dell’area industriale di San Salvatore. Inoltre saranno realizzati 27 chilometri di infrastruttura e 35 chilometri di cavi
E’ in fase di avvio il progetto di cablaggio mediante la posa di linee di trasmissione dati in fibra ottica. L’iniziativa è compresa all’interno del piano di infrastrutturazione che garantirà l’accesso ad internet tramite fibra a banda ultra larga (BUL) su tutto il territorio nazionale, in risposta agli obiettivi previsti dall’Agenda Digitale Europea; ad implementare l’intervento a Ripatransone sarà Open Fiber che si occuperà della realizzazione, gestione e manutenzione della rete con la tecnologia Fiber to the Home (FTTH), l’unica in grado di garantire una connessione ultra veloce (con velocità di trasmissione fino a 1 Gigabit per secondo, sia in download che in upload).

Uno scorcio di Ripatransone

Il progetto, in fase di cantierizzazione, ha quindi lo scopo di realizzare una nuova infrastruttura per la posa di fibre ottiche all’interno dell’area comunale, dal Giunto Comunale (il primo nodo di rete) all’utente finale. L’intervento prevede tre ambiti di azione: il rilegamento in fibra di 1.732 unità immobiliari, di 12 sedi di Pubblica Amministrazione e dell’area industriale di San Salvatore; la realizzazione di 27 chilometri di infrastruttura e la posa di 35 chilometri di cavi.
«E’ un’infrastruttura strategica per lo sviluppo del territorio e di tutta la sua comunità. -afferma il sindaco Alessandro Lucciarini De Vincenzi- Determinante non solo per l’accesso alla rete ultra veloce da parte della popolazione già residente e delle aziende ma anche in termini di attrattiva di nuove realtà industriali che potrebbero beneficiare delle incredibili opportunità messe a disposizione da linee di tale tipologia».
La durata prevista del cantiere è di circa 180 giorni; per ridurre al minimo i disagi, Open Fiber in collaborazione con l’Amministrazione Comunale sta cercando in fase progettuale di utilizzare laddove possibile infrastrutture esistenti, limitando al minimo i nuovi scavi. «Vogliamo condividere con la cittadinanza la portata di questo straordinario intervento. -conclude il primo cttadino- Per questo abbiamo pertanto deciso di pianificare un incontro pubblico che si terrà il 13 Settembre alle 21 presso la Sala Ex-Giudice di Pace del Municipio, nel corso del quale forniremo tutti i dettagli del progetto e risponderemo alle richieste di approfondimento che ci arriveranno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X