facebook rss

Stagione teatrale da parterre de roi:
al “Concordia” arrivano Pannofino,
Papaleo, Bonaiuto, Pecci e Placido

SAN BENEDETTO - Prende il via l'8 novembre con replica venerdì 9 con "Bukurosh, mio nipote" di Gianni Clementi, con Francesco Pannofino e Emanuela Rossi. Quattro spettacoli per una "Domenica in Famiglia" per i più piccoli. Si rinnova l'appuntamento con la "Scuola di Platea" per gli studenti delle superiori
...

di Benedetto Marinangeli

Una stagione teatrale dai grandi nomi e per palati fini quella che prenderà il via giovedì 8 novembre con replica venerdì 9 con  è “Bukurosh, mio nipote” di Gianni Clementi con Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi. Il cartellone 2018-2019 del Teatro Concordia è stato presentato ufficialmente questa mattina alla stampa dal sindaco Pasqualino Piunti e dall’assessore alla cultura Annalisa Ruggieri con il presidente AMAT Gino Troli e il direttore Gilberto Santini.

«Il mio ringraziamento – dice il primo cittadino rivierasco – va all’Amat e al Bim che ha sostenuto anche quest’anno la stagione teatrale. A San Benedetto arriveranno nomi importanti del teatro italiano, ma non dimentichiamo neppure i più giovani con l’aumento del numero delle domeniche a teatro dedicate alle famiglie. Cadono, poi, i dieci anni dalla riapertura del Concordia dopo i lavori di restauro a cavallo tra due amministrazioni. Inoltre, in occasione dei festeggiamenti del Santo Patrono il prossimo11 ottobre, sempre al Concordia ci sarà uno spettacolo di Syria che canterà Gabriella Ferri. Un ringraziamento va all’ assessore Annalisa Ruggieri, alla consigliera Antonella Croci, al presidente della commissione cultura Rosaria Falco, al Settore Cultura e agli altri paesi del territorio».

«Senza il prezioso contributo del Bim – aggiunge l’assessore Annalisa Ruggieri – presieduto da Luigi Contisciani, avremmo avuto evidenti difficoltà per allestire un cartellone così prestigioso. Ringrazio per la collaborazione anche Rosaria Falco. Dietro a questi eventi c’è una grande famiglia che lavora e che dà il suo meglio per offrire un prodotto di spessore alla città. L’obiettivo è sempre quello di migliorarci e per questo motivo abbiamo continuato a proporre le repliche per rendere più fruibile e per portare sempre più persone al Concordia. Questa stagione teatrale raggiunge i gusti di tutti e ci auguriamo una grandissima partecipazione di pubblico. Anche per questa edizione abbiamo confermato il diritto di prelazione sul posto per i vecchi abbonati. E poi ecco il buon compleanno del Concordia con lo spettacolo di Syria. Siamo contenti di offrire questo regalo alla città».

«Questo è un anno molto importante per l’Amat – afferma il presidente Gino Troli – ente che gestisce tutti i teatri delle Marche ad eccezione di quello di Ancona che ha un Teatro Stabile. L’Amat è una istituzione strumentale della Regione ma sono i comuni che la sostengono maggiormente. L’offerta complessiva di San Benedetto del Tronto e Ascoli Piceo è un’offerta metropolitana. Il Concordia, poi, deve essere vissuto come un bene da recuperare. Il teatro in questa provincia gode ottima salute».

Al direttore dell’Amat Gilberto Santini, il compito di descrivere la stagione 2018-2019 del Teatro Concordia. «Gli appuntamenti sono quindici più il regalo alla città con il concerto di Syria. L’ingresso sarà gratuito ma con la predisposizione di un tagliando per l’ingresso. Sarà una stagione effervescente naturale con spettacoli che non sono in programmazione in altri teatri delle Marche. Un esempio su tutti quello di Massimo Romeo Piparo con “Belle ripiene”. Una gustosa commedia dimagrante». Quando si lavora con un’amministrazione così presente i risultati sono sotto gli occh idi tutti. La formula dei mini abbonamenti per le repliche è stata un successo e verrà ripetuta. Inoltre ritorna la Scuola di Platea  con Carlotta Tringalli e Daniela Rimei che coinvolgerà gli studenti delle superiori. Senza dimenticare il teatro per le famiglie».

Realizzato da Comune e Amat, con il contributo di MiBAC e Regione Marche e con il sostegno del Bim Tronto, il programma teatrale propone sette spettacoli – tre dei quali in doppia replica – selezionati fra i testi e interpreti più interessanti del panorama nazionale della prosa e della danza contemporanea. A fianco, la rassegna Domenica in famiglia di quattro spettacoli domenicali per i più piccoli, il cartellone di Teatro per la scuola, l’iniziativa di formazione per gli studenti delle scuole superiori cittadine Scuola di Platea attivata sui classici del teatro e i sempre graditi incontri con gli artisti.

Il sipario si apre giovedì 8 novembre con replica venerdì 9. Il primo titolo in scena è “Bukurosh, mio nipote” di Gianni Clementi con Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi per la regia di Claudio Bocaccini. Séguito del precedente successo “I suoceri albanesi”, la commedia è una divertita riflessione su pregiudizi e piccolezze della nostra società. Lucio e Ginevra sono tornati dall’Albania, dopo il matrimonio riparatore della figlia Camilla con Lushan, di cui è rimasta incinta durante i lavori di ristrutturazione del bagno di casa. Ai dubbi per la scelta della giovane si sommano alcune traversie dei due genitori, ma la nascita del piccolo Bukurosh sembra sgombrare il cielo dalle nubi.

Venerdì 7 dicembre Rocco Papaleo è protagonista e autore di “Coast to coast”, spettacolo accompagnato da un quartetto di musicisti che riassume “un viaggio di 25 anni – scrive Papaleo – nell’esperienza del teatro canzone, che ha formato in me la convinzione che la strada della vita vera è la mia risorsa principale, lo spostamento la mia cifra esistenziale, il dinamismo la mia salvezza”.

“Il fu Mattia Pascal” con Daniele Pecci va in scena per la regia di Guglielmo Ferro giovedì 20 e lunedì 21 dicembre. Capolavoro e primo grande successo di Pirandello, il romanzo fu pubblicato nel 1904. Per vendicarsi dell’amministratore che gli ha mandato in fumo l’eredità lasciata dal padre, Mattia ne compromette la nipote. Costretto a sposarla, ma devastato dalla vita familiare e umiliato dall’impiego, Mattia decide di fuggire: ma a Montecarlo legge su un giornale della sua presunta morte.

Il primo appuntamento del nuovo anno, martedì 8 gennaio è con Tosca D’Aquino, Rossella Brescia, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo protagoniste della commedia «Belle ripiene. Una gustosa commedia dimagrante» di Giulia Ricciardi, scritta con Massimo Romeo Piparo che ne firma anche la regia. Un esilarante spaccato che ha per protagonisti il cibo e gli uomini. In una vera cucina, tra pentole e fornelli, mentre cucinano pietanze reali, le quattro performers “accendono” il confronto sulle loro esistenze e sul rapporto con i rispettivi uomini. Al termine toccherà al pubblico condividere con loro… l’esito della commedia.

Mercoledì 6 e giovedì 7 febbraio la compagnia di teatro popolare “Stivalaccio Teatro”, fra le più interessanti della generazione dei trentenni, propone «Romeo e Giulietta. L’amore è saltimbanco», soggetto originale di Marco Zoppello interpretato dallo stesso Zoppello con  Anna De Franceschi e Michele Mori. Per la breve sosta veneziana nel 1574 di Enrico III di Valois, diretto a Parigi per essere incoronato Re di Francia, una coppia di ciarlatani-saltimbanchi insieme con una ‘honorata cortigiana’ è incaricata di allestire Romeo e Giulietta. Una sorta di prova aperta, alla maniera dei comici del Sogno di una notte di mezza estate, dove la celeberrima storia del Bardo prende forma e si deforma nel mescolarsi di trame, di dialetti, canti, improvvisazioni, suoni, duelli e pantomime.

Giovedì 7 marzo Michele Placido e Anna Bonaiuto sono protagonisti di “Piccoli crimini coniugali” di Eric Emmanuel Schmitt. Grande successo delle passate stagioni teatrali la commedia,  sottile gioco al massacro ‘a due voci’, adattato e diretto da Placido, è un dinamico confronto tra i protagonisti che, destabilizzando un tranquillo menage familiare, si rivela in un momento necessario e vitale alla vita di coppia.

La stagione si chiude con la danza venerdì 12 aprile e in scena va lo spettacolo “De rerum natura”, concept e coreografie del giovanissimo talento Nicola Galli prodotto da “Tir Danza-Stereopsis” con il Nuovo Balletto di Toscana e in collaborazione con Civitanova Danza Festival 2017, dove ha debuttato, e Amat. “Eleganza e fascino – ha scritto sul Sole 24ore la critica Marinella Guatterini in occasione della première –  rifulgono nella giovinezza imberbe del BdT Junior. Nicola Galli ne guida i sei interpreti con forte sintesi: quasi verso l’incarnazione (almeno iniziale) dei fenomeni descritti nei solo otto frammenti presenti dal De Rerum Natura di Lucrezio. L’essere insetti striscianti a terra, l’essere acqua, vento che scuote e scompagina, e poi parte di un cosmo in continua evoluzione atomistica (bei duetti, grande flessuosità) e infine osservatori di una trasformazione della materia in luce, danza di tre aste al neon rotanti nel buio buissimo.”

Quattro gli spettacoli per la “Domenica in famiglia”, iniziativa dedicata ai più piccoli. Avvio domenica 25 novembre con ATG Teatro Pirata in “Un babbo a Natale”. A seguire domenica 20 gennaio ci sarà il “Teatro delle Briciole” con “Gretel e Hänsel” dalla fiaba dei fratelli Grimm, il 17 febbraio la compagnia Tanti Cosi Progetti “Zuppa di sasso” e domenica 17 marzo “Principio Attivo Teatro” chiuderà con il pluripremiato spettacolo “La bicicletta rossa”. Per gli allievi delle scuole dell’obbligo, infine, il cartellone propone la consueta rassegna scolastica di matinée che prenderà il via dal 15 novembre.

Gli abbonamenti a 7 spettacoli sono in vendita alla biglietteria del Teatro Concordia (largo Mazzini, orario 10-12 e 17,30-19,30, telefono 0735.588246) da sabato 6 a sabato 13 ottobre con la prelazione sulla conferma del posto per gli abbonati alla scorsa stagione, compresi mini-abbonamenti per la seconda replica. Da lunedì 15 a domenica 21 ottobre saranno invece in vendita i nuovi abbonamenti e mini-abbonamenti per la seconda giornata dei tre titoli in replica (il numero massimo degli abbonamenti in vendita in totale è 250 per i 7 spettacoli e 150 mini abbonamenti).

L’abbonamento a sette titoli di prosa è in vendita a 110 euro per la platea, 80 euro per la galleria e 50 euro per lo speciale giovani fino a 25 anni (riservato ai giovani fino a 25 anni e ai soci Touring Club, valido in platea, dalla fila O alla fila Q, e in galleria); quello a tre titoli (mini-abbonamento) per la seconda delle serate in doppia replica a 50 euro per la platea, 30 euro per la galleria e 20 euro per lo speciale giovani fino a 25 anni.

Da martedì 6 novembre sarà possibile acquistare i biglietti per tutti gli spettacoli in cartellone. Per la prosa, biglietti in vendita a 20 euro per la platea, 15 euro per la galleria ridotti in platea dalla fila O alla fila Q e in galleria a 10 euro riservati ai giovani fino a 25 anni e ai Soci Touring Club. Per  la rassegna Domenica in famiglia posto unico numerato a 8 euro, 4 euro ridotto fino a 14 anni.

Ai biglietti venduti fino al giorno precedente lo spettacolo è applicato un diritto di un euro. La biglietteria del Teatro Concordia è aperta nei due giorni precedenti lo spettacolo dalle 17,30 alle 19,30 e il giorno di rappresentazione dalle 17,30 ad inizio spettacolo. Per Domenica in famiglia apertura del botteghino il giorno di rappresentazione dalle 16.

Info: biglietteria Teatro Concordia 0735.588246 – Ufficio Cultura Comune San Benedetto 0735.794588 e 0735.794460 – Amat Ancona 071.2072439, call center 071.2133600. Inizio spettacoli ore 20,45, Domenica in famiglia ore 17.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X