facebook rss

Olive pubbliche,
riaperto il bando
per assegnare le piante

GROTTAMMARE - Raccolta a rischio “mosca”: l’Amministrazione rilancia, ma il tempo sta per scadere. Domande entro il 18 ottobre

La mosca dell’olivo scoraggia la raccolta delle olive e così l’avviso del Comune va deserto. L’Amministrazione comunale di Grottammare ha rivisto i termini e rilanciato un nuovo bando che ora diventa biennale: l’assegnazione dei lotti per il 2018 avrà valore anche per l’anno 2019. La nuova scadenza è fissata a martedì 18 ottobre.

La raccolta delle olive pubbliche è disciplinata dal 2013, quando uscì il primo bando di assegnazione, per rispondere   alla necessità di regolamentare con equità un’attività che riscuoteva sempre attenzione da parte dei cittadini. E in effetti l’interessamento c’è anche quest’anno, ma la “mosca” (Bactrocera oleae) ha avuto il sopravvento generando riserve che l’amministrazione ha deciso si superare inserendo l’opzione della conferma dei lotti per due anni.

Gli alberi di olivo, per un totale di circa 200  piante censite, si trovano nei seguenti luoghi: Parco della Madonnina, area Parco Bau in via Salvo d’Acquisto, Bosco dell’Allegria, strada comunale Cuprense in zona ex Ferriera, area verde in via Galilei, parcheggio Paese alto, spartitraffico in via Spontini, via salvo D’Acquisto davanti al cc L’orologio, via Lombardia, Parco I Maggio, via Firenze, via degli Allori, via Puccini, via dei Pini (parcheggio sotto le mura), via Copernico, Parco ciclistico “Daniela Calise”, via della Rinascita, pineta di via Cilea. L’assegnazione avverrà sulla base del numero delle domande pervenute.

La concessione prevede la raccolta dei frutti e la potatura degli alberi, come nella precedente edizione del bando, ma secondo il nuovo avviso, il titolare resta assegnatario del lotto di cui si prenderà cura quest’anno anche per il 2019. La potatura delle piante andrà eseguita nel periodo tardo invernale-primaverile entro la fine di aprile 2019, con conseguente smaltimento dei residui di potatura che non dovranno essere bruciati sul posto. L’assegnatario dovrà operare nel rispetto delle norme di sicurezza del lavoro, utilizzando attrezzature proprie e conformi. Non è consentita la sub-concessione.

La domanda di partecipazione va fatta compilando l’apposito modulo scaricabile anche da internet e protocollata entro le 13 del 18 ottobre. E’ necessario allegare la fotocopia del documento di identità e indicare numero telefonico per la comunicazione relativa all’esito del sorteggio dei lotti che avverrà alle ore 10 del 24 ottobre. Info: servizio manutenzioni, patrimonio e tutela ambientale in via Palmaroli (0735.739264).

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X