Quantcast
facebook rss

Il Fai alla scoperta dei ponti
E quello romano torna aperto
(Tutte le foto)

ASCOLI - Grande successo per le giornate d'autunno organizzate dal Fondo dell'ambiente italiano. Visitatori in coda per ammirare manufatti unici al mondo, ma purtroppo non visitabili
...

Visitatori davanti all’ingresso del ponte romano di Solestà (Foto Edo Fanini)

di Renato Pierantozzi

Anche il Fai può fare miracoli. Come far tornare visitabile, seppure per un giorno, il ponte romano augusteo di Porta Solestà (solo 3 “esemplari” presenti nel mondo, con quello ascolano unico percorribile all’interno, ndr) chiuso dai tempi del terremoto a causa delle case vicine pericolanti. E così, dopo che sabato gli operai del Comune hanno anche provveduto a pitturare di fresco la porta di ingresso (altro “piccolo” miracolo), per tutta la giornata di domenica decine e decine di visitatori (tra ascolani e turisti) hanno fatto la fila per tornare ad ammirare dall’interno l’antico ponte costruito con enormi blocchi di travertino e pietre di fiume e poi “consolidato” con il cemento negli anni ’30. Ad accompagnare i visitatori gli eccellenti giovani “ciceroni” del Fai perfettamente forgiati sulla storia di Ascoli. Tanti visitatori anche al ponte di Cecco (anche questo di norma off limits a causa di un cancello che tiene alla larga tossici e vandali, ndr), a porta Maggiore, a quello “vecchio”  Tufillo, sotto l’omonimo porta, e quello semi sconosciuto della Scodella lungo la Piceno Aprutina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X