Quantcast
facebook rss

I nigeriani accusati di stupro
restano in carcere

ASCOLI - Possibile reiterazione del reato e pericolo di fuga alla base della decisione del giudice nei confronti dei due giovani accusati di aver violentato una minorenne nei giardini di viale De Gasperi
...

Restano in carcere per altri mesi, fino a gennaio, i due ragazzi nigeriani accusati di stupro nei confronti di una minorenne ascolana avvenuto quasi un anno fa. Il giudice delle indagini preliminari Annalisa Giusti ha accolto la richiesta della Procura di allungare di tre mesi la detenzione dei due stranieri al momento rinchiusi nel carcere di Pesaro. Alla base del provvedimento ci sarebbe il rischio di reiterare il reato nonché di fuggire. Alla richiesta della Procura, si era opposto l’avvocato Umberto Gramenzi che assiste i due accusati.

Nigeriani accusati di stupro, la Procura chiede più tempo per le indagini

 

Violentata dai profughi, in aula i racconti della ragazzina

 

«La ragazzina violentata è in grado di testimoniare senza condizionamenti»

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X