Quantcast
facebook rss

Ascoli, necessario ripartire:
assalto al Carpi di Castori,
3 punti per salire in classifica

SERIE B - Il campionato ricomincia dopo la sosta. Tra i convocati di Vivarini per la prima volta c’è Ngombo. Recuperato in extremis D’Elia. Addae favorito nel ballottaggio di centrocampo. Carpani riparte giocando con la Primavera contro la Lazio. Emiliani senza Poli, ma con 73 tifosi al seguito. Le probabili formazioni
...

Ganz contro il Carpi nella gara giocata al “Del Duca” nel passato campionato (Foto Edo)

di Bruno Ferretti

Farà caldo in campo e fuori. E non solo per il meteo. La posta in palio è molto importante per entrambe le contendenti che si daranno battaglia per portarsela a casa. Dopo il turno di riposo, il campionato di B riparte con l’ottava giornata che comprende Ascoli-Carpi. Da una parte i bianconeri di Vincenzo Vivarini che cerca la seconda vittoria stagionale dopo quella contro il Lecce. Dall’altra il Carpi di Fabrizio Castori che torna al “Del Duca” da ex e tanti bei ricordi. Fu lui nel 2010-2011 l’artefice della miracolosa salvezza al termine di una strepitosa rimonta. Sei punti in sei partite per la classifica l’Ascoli che ha già sfruttato il suo turno di riposo. Invece il Carpidi punti ne ha 5, frutto di una vittoria e due pareggi. Castori, che ha esperienza da vendere, ha restituito energia alla squadra dopo l’esonero dell’esordiente Chezzi, ingaggiato questa estate e mandato via dopo tre giornate. Sono 73 i tifosi emiliani che prenderanno posto nel settore riservato agli ospiti.

xxx

Il Carpi, che all’ultimo momento ha dovuto rinunciare a Poli (a letto con l’influenza), non avrà nemmeno Concas, Vano e Piu. Gli emiliani giocano sfruttando molto le ripartenze, e per questo puntano sulla velocità di Mokulu. Occhio anche a Arrighini, attaccante che l’Ascoli conosce bene, uno che sa come muoversi e vede la porta. I bianconeri dovranno prendere in mano la gara costringendo l’avversario a subire il proprio gioco. Ma Vivarini dovrà fare a meno di uomini importanti, primo fra tutti Ardemagni. Possibile in porta il rientro di Lanni al posto di Perucchini. Per il ruolo di portiere, il tecnico dovrà fare una scelta perché può diventare dannoso alternarli senza dare certezze all’uno o all’altro. D’Elia ha recuperato e tornerà nel consueto ruolo di esterno basso di sinistra, con Laverone a destra e Padella-Brosco coppia centrale. A centrocampo c’è abbondanza. Probabile il trio Addae-Troiano-Cavion, ma ci sono anche Casarini, Zebli e Frattesi fresco di maglia azzurra. In attacco conferma di Ganz che, dopo essersi sbloccato, potrebbe far coppia con Beretta o Rosseti. Dietro le punte ci sarà Ninkovic, uno dei più in forma, con Baldini pronto in panchina insieme a Ngombo, alla sua prima convocazione.

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni; Laverone, Brosco, Padella, D’Elia; Addae, Troiano, Cavion; Ninkovic, Ganz, Beretta. A disposizione: Perucchini, Bacci, De Santis, Kupisz, Quaranta, Baldini, Casarini, Frattesi, Parlati, Zebli, Rosseti, Ngombo. Allenatore: Vivarini.

CARPI (4-4-2): Colombi; Pachonik, Suagher, Pezzi, Buongiorno; Jelenic, Mbaye, Di Noia, Pasciuti; Mokulu, Arrighini. A disposizione: Pasotti, Romairone, Van der Heijden, Frascatore, Ligi, Barnofsky, Sabbione, Giorico, Piscitella, Saric, Machach, Wilmots. Allenatore: Castori.

Arbitro: Marini di Roma (assistenti Robilotta e Chiocchi, 4° ufficiale Pasciuta).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X