Quantcast
facebook rss

Samb nel segno di Stanco:
il suo terzo centro stagionale
regala il pareggio (1-1) a Fano

SERIE C - Granata in vantaggio dopo tre minuti su punizione con Acquadro. Nella ripresa il bomber rossoblù riequilibra le sorti con un colpo di testa. Il punto serve a muovere la classifica e ora si guarda con più fiducia al futuro. Si è giocato sotto una tempesta di acqua e vento. Espulso Roselli. Il punto sul girone B
...

Stanco esulta: a Fano ha segnato il terzo stagionale che regala alla Samb un buon punto (Foto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

Pareggio in rimonta della Samb a Fano. Si è ripetuto il film dello scorso anno con i granata in vantaggio ed il recupero dei rossoblù. Una partita condizionata, soprattutto nella ripresa dal forte maltempo che ha messo a dura prova la resistenza dei ventidue in campo. Pioggia battente e vento che hanno sferzato anche gli spettatori presenti al Mancini con 250 supporters rossoblù che nonostante le avverse condizioni meteorologiche non hanno mai smesso di incitare Rapisarda e compagni.

La Samb è sempre più Stanco dipendente. Dopo il gol del pareggio di mercoledì contro l’Imolese, il centravanti rossoblù si è ripetuto anche a Fano (terzo centro stagionale) riequilibrando le sorti di un incontro che si era messo male dopo soli tre minuti con Acquadro che, su punizione, non ha dato scampo a Sala.

Il rossoblù Signori (Foto Cicchini)

Roselli recupera Ilari ma perde Russotto che è rimasto a San Benedetto a letto con la febbre. Il tecnico schiera la Samb con il 4-4-2 con Rapisarda, i confermati Biondi e Di Pasquale al centro e Cecchini a sinistra. Linea mediana formata da Gemignani, Ilari, Gelonese e Signori, con Calderini a ridosso di Stanco. Massimo Epifani risponde con il 4-3-1-2 consegnando a capitan Lazzari le chiavi della cabina di regia e con Cernaz a ridosso del tandem Ferrante, Filippini. Non c’è neppure tempo di scaldarsi che il Fano passa in vantaggio.

Di Pasquale entra in modo scomposto su Ferrante al limite dell’area. Del calcio piazzato se ne assume la responsabilità Acquadro che con una perfetta parabola fa passare il pallone sopra la barriere lasciando di sasso Sala. Il classico colpo a freddo con la Samb che lo accusa. Al 17’ su corner di Filippini è Ferrante a non inquadrare lo specchio della porta rossoblù. Quattro minuti dopo è sempre Filippini a fare venire i brividi a Sala con una conclusione in spaccata. La Samb prova a rispondere con un colpo di testa di Stanco senza esito.

Fano che continua a macinare gioco e che sembra avere le idee molto più chiare dei rossoblù. Sosa di testa al 32’ impegna nella presa Sala. Nell’ intervallo Roselli striglia i suoui che ritornano in campo, nella ripresa, più convinti e grintosi. Al 12’ una conclusione di Calderini, su cross di Signori viene deviato da un difensore, di quel tanto che basta a far passare il pallone sopra la traversa. Inizia il diluvio, accompagnato fa forti folate di vento. Epifani vede la sua squadra in difficoltà ed al 15’ sostituisce l’evanescente Cernaz con Celli e Tascone con Ndiaye passando ad un coperto 5-3-2.

Di Ilari il cross che Stanco ha trasformato in gol (Foto Cicchini)

Risponde Roselli che nove minuti dopo inserisce Di Massimo per Signori con il giovane attaccante che va ad affiancare in avanti Stanco e Calderini. La Samb spinge e al 26’ perviene al pareggio. Punizione dalla trequarti di Ilari e Stanco brucia tutti sullo scatto e di testa batte Sarr. Non esente da colpe l’estremo difensore granata.

Alla mezzora un lungo rilancio di Vittorini mette i brividi a Sala che si salva con l’aiuto della traversa. Nell’ occasione viene anche espulso Giorgio Roselli. Il tecnico corre immediatamente ai ripari attuando al 36’ un doppio cambio. Zaffagnini per Ilari e Rocchi per Calderini. Cecchini scala in mediana con la Samb che si mette in campo con il 4-4-2. L’ultima emozione del match la regala il Fano.

Prima è Kanutè a vedersi deviare in angolo ma  poi sul successivo corner, Ferrante da solo e da ottima posizione, di testa non inquadra lo porta. Dopo quattro minuti di recupero De Angeli di Abbiategrasso manda le due squadre sotto la doccia.

Un punto che permette alla Samb di muovere la classifica, soprattutto in considerazione della prossima trasferta di Terni contro una lanciatissima Ternana, favorita numero uno del girone.

Roselli espulso alla mezzora della ripresa (Foto Cicchini)

FANO (4-3-1-2): Sarr 5,5, Vitturini 6, Konate 5,5, Sosa 5,5, Setola 6, Acquadro 6,5, Lazzari 6, Tascone 5,5 (15′st Ndiaye 5,5); Cernaz 5 (15′st Celli 5,5), Filippini 6, Ferrante 5,5. A disposizione: Voltolini, Diallo, Maloku, Magli, Fioretti, Mancini, Lulli, Scimia, Morselli, Selasi. Allenatore: Epifani 6.

SAMB (4-4-2): Sala 6, Rapisarda 6, Biondi 6,5, Di Pasquale 6,5, Cecchini 6; Gemignani 6, Gelonese 6,5, Signori 6 (24′st Di Massimo sv), Calderini 6,5 (37′st Rocchi sv), Ilari 6 (37′st Zaffagnini sv), Stanco 7. A disposizione: Pegorin, Miceli, Kernezo, Demofonti, Islamaj, De Paoli, Minnozzi, Panaioli. Allenatore: Roselli 6.

Arbitro: De Angeli di Abbiategrasso 6.

Reti: 3’pt Acquadro (F), 26’st Stanco (S).

Note: spettatori 1.500 circa di cui 250 provenienti da San Benedetto. Al 30’st espulso l’allenatore della Samb, Giorgio Roselli. Ammoniti Gelonose (S), Sosa (F). Angoli 7-3 per la Samb.

GLI ALTRI RISULTATI: Albinoleffe-Vis Pesaro 0-2, Fermana-Vicenza 2-0, Monza-Teramo 0-1, Gubbio-Sud Tirol 0-0, Triestina-Ternana 1-1, Pordenone-Renate 2-1, Ravenna-Feralpi Salò 1-1, Imolese-Rimini 3-1, Vecomp Verona-Giana Erminio 0-3.

LA CLASSIFICA: Pordenone 18 punti, Fermana 14; Imolese, Vicenza e Alto Adige Sud Tirol 13, Triestina e Ravenna 12; Feralpi Salò, Monza e Vis Pesaro 11, Teramo 10, Ternana e Giana Erminio 9, Gubbio 8; Samb, Rimini e Fano 7, Vecomp Verona 6, Renate 5, Albinoleffe 4.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X