Quantcast
facebook rss

Tolentino-Monticelli
Urbania-Porto d’Ascoli
Fabriano-Grottammare

ECCELLENZA - Turno proibitivo per le tre picene. Gli ascolani di Zaini chiudono la classifica e si rinforzano con il portiere Melillo per sfidare la capolista. I rivieraschi di Alfonsi tentano l'operazione aggancio, quelli di Manoni sfidano il secondo miglior attacco del campionato
...

di Lino Manni

Brutta giornata, almeno sulla carta, per le compagini picene del campionato di calcio di Eccellenza che giocano tutte in trasferta contro formazioni dell’alta classifica. Una domenica proibitiva che sembra non lasciar speranze.

Melillo, nuovo portiere del Monticelli (foto dal sito del Monticelli Calcio)

Il compito più difficile è senza dubbio del Monticelli che dovrà vedersela con l’imbattuta capolista Tolentino. Tra le due squadre ci sono ben 18 punti di differenza. Ma nel calcio tutto è possibile, e il Monticelli di mister Luigi Zaini può tentare la grande impresa. In settimana la società presieduta da Piero Palatroni ha tesserato un nuovo portiere: Vincenzo Melillo. Cresciuto nel settore giovanile dell’Empoli, è un vecchia conoscenza avendo militato per tre stagioni nelle giovanili dell’Ascoli dal 2010 al 2013, un anno in Serie C e due in B. In carriera vanta una settantina di presenze in Serie D con Giulianova, Borgomanero, Bellaria e Castelfidardo e un’ottantina di presenza in C con Paganese, Castelnuovo, Poggibonsi e Pro Patria (28 presenze nel 2014-210). Mister Zaini sembra intenzionato a mettere dentro gente esperta in retroguardia. Con il Tolentino, con la fine dell’ora legale, fischio d’inizio alle 14,30. Arbitra Samuele Baleani della sezione di Jesi, assistenti Stefano Pizzagalli di Pesaro e Riccardo Forconi di Ancona.

Trasferta difficile anche per il Porto d’Ascoli a Urbania. Tra le due squadre ci sono solo tre punti di differenza. Per il Porto d’Ascoli è l’occasione dell’aggancio, per l’Urbania quella per allungare. Partita insomma da tripla anche se va tenuto conto che l’Urbania non ha mai perso in casa. Ma c’è sempre una prima volta, staremo a vedere. Arbitra Gianluca Clementi di Ancona coadiuvato da Daniele Busilacchi e Lorena Bejko.

Anche per il Grottammare non sarà una gita sul campo del Fabriano Cerreto, retrocesso dalla serie D e intenzionato a tornarci. La squadra allenata da Renzo Tasso con 11 reti vanta il secondo miglior attacco del campionato. Il Grottammare non ha mai vinto in trasferta: è giunta l’ora? Anconetano il direttore di gara: Matteo Bottin. Maceratesi i giudici di linea: Marco Mangiaterra e Andrea Pizzuti.

LE PARTITE DELLA GIORNATA: sabato 27 ottobre ore 15,30 Marina-Atletico Gallo; domenica 28 ottobre ore 14,30 Porto Sant’Elpidio-Atletico Alma, Biagio Nazzaro-Forsempronese, Camerano-Pergolese, Urbania-Porto d’Ascoli, Tolentino-Monticelli, Fabriano Cerreto-Grottammare, Montefano-Sassoferrato, San Marco Servigliano Lorese-Portorecanati. Classifica: Tolentino 19 punti, Sassoferrato e Fabriano Cerreto 14, Marina 13, Urbania e Forsempronese 11, Porto Sant’Elpidio 10, San Marco Servigliano Lorese e Grottammare 9, Porto d’Ascoli e Atletico Gallo 8, Atletico Alma e Camerano 7; Portorecanati, Biagio Nazzaro e Pergolese 6; Montefano 3, Monticelli 1.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X