Quantcast
facebook rss

Vivarini esalta lo spirito:
«Adesso standardizziamoci»

SERIE B - La debacle di Livorno cancellata da una prova di sostanza e sofferenza: «Addae migliora, Ngombo ci ha dato fisicità, con Cavion volevo far respirare Ninkovic»
...

Mister Vivarini si fa sentire da bordo campo (Foto Edo)

di Claudio Romanucci

Ha rivoluzionato la squadra dopo la debacle a Livorno lanciando Rosseti, Addae, Kupitsz, Frattesi e Ngombo dal primo minuto insieme al rientrante Brosco. Il suo Ascoli stavolta lotta come si deve, aggredendo i palloni e bloccando le incursioni dei veneti praticamente per tutta la gara. Sono mancate le occasioni da rete, ma fa nulla. L’avversario è di quelli di prima fascia e serviva come il pane cancellare la sconfitta del “Picchi” per rimettersi subito in carreggiata. La classifica è tornata stabile in attesa di un’altra big, il Benevento, a riposo dopo il rinvio della gara a La Spezia.

Mister Vincenzo Vivarini parla di una «partita preparata bene, con lo spirito alto. Quello che è accaduto a Livorno ci deve essere di insegnamento. Sono contento quando vedo i giocatori che sanno quello che devono fare. Adesso c’è da lavorare per standardizzare questa prestazione».

Spiega perchè è stato allontanato dall’arbitro nel finale di gara: «Ero in panchina, il quarto uomo aveva segnalato un fallo per noi a centrocampo poi si è attivata un’azione a favore del Verona e l’arbitro ha deciso per una punizione per loro vicino la nostra area. Devo stare più tranquillo, è vero, ma la tensione era alta. Nel complesso penso che l’arbitro non l’abbia gestita bene la gara. A Livorno purtroppo c’è stata superficialità da parte di tutti, e mi dispiace veramente tanto». Infine i cambi: «Ngombo aveva i crampi già a fine primo tempo, avevo bisogno di un attaccante che pressasse davanti. Ho scelto lui perché volevo profondità. Non lo conosciamo ancora, ha fisicità. In questa partita ci voleva entusiasmo, rabbia e cattiveria. Mettendo nella ripresa Cavion volevo far respirare Ninkovic. Alla fine non riuscivamo a stare alti. Addae sta migliorando: è stato molto provocato e non è andato mai su di giri».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X