Quantcast
facebook rss

Ci sono 5 milioni di dollari per te,
ma è solo una truffa: anche nell’Ascolano
potenziali vittime della finta eredità

ASCOLI - Primo contatto sui social. Un fantomatico manager bancario promette una cifra da capogiro, frutto di una strambalata eredità: 9,5 milioni di dollari da dividere con lui. In cambio la dichiarazione di essere parente di una povera donna, ricca e morta senza lasciare eredi, con lo stesso cognome della potenziale vittima del raggiro
...

di Andrea Ferretti

Cercasi pesce che abbocchi. Amo ed esca sono pronti. E il bello è che esiste ancora qualcuno che ci casca facendosi abbindolare dal truffatore di turno. Negli ultimi anni, molti casi sono emersi grazie a trasmissioni tv come “Striscia la notizia” e “Le iene”. Milioni le persone che hanno potuto seguire le truffe smascherate, per fare un esempio, da Moreno Morello l’inviato di “Striscia” che, puntualmente, alla fine della storia con la sua troupe si lancia all’inseguimento a piedi dell’africano di turno che scappa. Spesso fa perdere le sue tracce, a volte viene acciuffato da Polizia o Carabinieri preventivamente allertati.

Il fermo immagine di una delle tante truffe sgominate da Moreno Morello a “Striscia”

In questi giorni anche a noi sono giunte – anche da Ascoli – segnalazioni, corredate da documentazioni, di truffatori in perenne agguato sulla rete. Gente che invia messaggi (in questo caso su Facebook) spacciandosi per fantomatici bancari con cifre da capogiro da consegnare al fesso di turno. In due parole: la truffa della finta eredità. Nel messaggio non mancano errori di traduzione e di grammatica. Ma, visto che giungono probabilmente dal continente nero, li giustifichiamo.

Il messaggio continua così: “Saluti e scusami per non aver compreso la tua mentalità prima di contattarti ed è molto confidenziale e ti prego gentilmente di chiamarmi al (qui compare un numero di telefono di chissà quale parte del pianeta, ndr) dopo aver letto questo messaggio. Sono (anche qui un nome farlocco, ndr), direttore di filiale della Banque International De L’Afrique, Kara Branch, Lome-Republic of Togo (esisterà questo Istituto? magari sì per sembrare più veritieri, ndr)”.

Poi si passa alla parte commovente: “Avevamo un cliente straniero (compare il nome di una donna, con cognome uguale a quello del destinatario del messaggio, ndr) un cittadino del tuo paese. Il 25 febbraio 2003 il mio cliente e il suo unico figlio sono stati coinvolti in un incidente stradale lungo Kaneshi express Road qui nella Repubblica del Togo. Hanno perso la vita nell’incidente automobilistico. Da allora la Banca aveva fatto diverse richieste alla tua ambasciata per localizzare qualcuno dei nostri parenti estesi, anche questo si è rivelato infruttuoso. Questo cliente ha un conto con questa filiale della nostra banca, per un totale di 9 milioni e 500.000 dollari che ha ereditato dal suo defunto marito che era un industriale prima di morire. E, da quell’anno dopo la sua morte, la banca non ha avuto nessuno che venga per la richiesta di questo fondo come sua relazione o come amico. Una situazione che ho monitorato da vicino con la mia posizione qui come manager di questo ramo della nostra banca e ho finalmente rimosso il suo file nel mio caveau privato”.

Dopo la favoletta, si passa al sodo: “Questo è ciò che voglio veramente che tu faccia. Poiché tu porti lo stesso cognome e la stessa nazionalità hanno ragionato in modo molto professionale e ritengo che sia legalmente appropriato presentarti come suo parente in modo da reclamare questo fondo prima che venga trasferito al tesoro della Banca a la fine di questo esercizio in cui anche altre persone possono reclamarlo direttamente senza andare fino in fondo. Sono a conoscenza delle procedure che prenderò e ti consiglierò in modo appropriato sulla strada da seguire e ti guiderò su come applicare alla nostra Banca per presentare la richiesta per il fondo e il suo trasferimento da banca a banca al tuo conto bancario designato, dove consideri sicuro per questo. Grazie in attesa della tua risposta urgente e ti fornirò tutti i dettagli e ti preghiamo di includere anche i tuoi numeri di telefono diretti. Ho intenzione di darti il ​​50% mentre prendo il 50% e spero che sarai una persona molto onesta e affidabile. Contattatemi al mio indirizzo email privato (e qui compare un indirizzo mail apparentemente esistente con il suo nome)”.

Non è finita. Mister X chiude con un “distinti saluti” lasciando il suo numero di telefono, che è lo stesso di prima. Facile immaginare cosa può accadere a chi si mette in contatto con questa persona. Probabilmente gli verrà fissato un appuntamento al quale, da buon truffato, dovrà presentarsi con qualche centinaio (forse migliaio) di euro, denaro necessario per sbrigare delle pratiche. Cosa vuoi che siano 1.000 euro di fronte a 5 milioni di dollari da intascare nel giro di pochi minuti? Poi di solito l’africano prende i soldi, si allontana con la scusa di una telefonata, poi fugge. Sempre ammesso che non venga inseguito dall’inviato di “Striscia”, o – meglio ancora – arrestato poichè colto in flagranza di reato. Uomo avvisato… mezzo salvato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X