Quantcast
facebook rss

Palermo balza al comando
in attesa del Pescara
e l’Ascoli sale a quota 15

CALCIO - Il doppio successo sulle big Verona e Benevento permettono al Picchio di compiere un deciso balzo in avanti. I siciliani superano il Cosenza e mettono provvisoriamente la freccia, lasciandosi alle spalle gli abruzzesi di Pillon che lunedì chiudono il turno all'Adriatico contro il Lecce
...

di Andrea Ferretti

Si sta per chiudere la settimana full time della B, con la terza gara in sette giorni. Settimana che per l’Ascoli, dopo lo scivolone di Livorno, ha portato 6 incredibili punti raccolti addirittura contro Verona e Benevento, cioè due fresche retrocesse dalla Serie A e candidate per tornare nel massimo campionato. I bianconeri si assestano a quota 15 alla pari del Brescia: un meritato profumo di playoff. E’ stato il Verona ad aprire l’undicesima di andata affrontando in casa la Cremonese. Finisce in parità, tutto nel primo tempo: prima Caracciolo (Verona), poi Arini (Cremonese). Nelle gare del sabato, il Palermo conquista la vetta momentanea della classifica grazie alla vittoria sul Cosenza. Per i siciliani in gol Salvi e Puscas, per i calabresi Baclet. Senza gol il derby veneto tra Padova e Cittadella. Altro pareggio, ma con due reti per parte, tra Foggia (Mazzeo e Gerbo) e Brescia (Torregrossa e Tremolada). Dopo Benevento-Ascoli (vantaggio di Coda annullato dall’autogol di Volta e dalla rete di Ninkovic), il turno si chiude con una partita domenica pomeriggio, una domenica sera e infine l’altra notturna Pescara-Lecce lunedì.

Zebli e Ninkovic protagonisti a Benevento

LE PARTITE DELL’11^ GIORNATA: venerdì 2 novembre ore 21 Verona-Cremonese 1-1; sabato 3 novembre ore 15 Foggia-Brescia 2-2, Padova-Cittadella 0-0, Palermo-Cosenza 2-1, sabato 3 novembre ore 18 Benevento-Ascoli 1-2; domenica 4 novembre ore 15 Crotone-Carpi, Venezia-Salernitana, domenica 4 novembre ore 21 Livorno-Perugia, lunedì 5 novembre ore 21 Pescara-Lecce. Riposa lo Spezia.

LA CLASSIFICA: Palermo 21 punti, Pescara 19, Verona 18, Salernitana 17; Cittadella, Lecce e Benevento 16, Ascoli e Brescia 15, Spezia 13, Cremonese 12, Crotone e Perugia 11, Venezia 9, Cosenza e Padova 8, Foggia 7, Livorno e Carpi 5.

I MARCATORI: 7 gol Donnarumma (Brescia), 6 gol Mancuso (Pescara), 5 gol Mancosu (Lecce), Nestorovski (Palermo), Coda (Benevento); 4 gol Bocalon (Salernitana), Morosini (Brescia), Palombi (Lecce), Vido (Perugia); 3 gol Cappelletti (Padova), Di Mariano (Venezia), Firenze (Crotone), Iori (Cittadella), Kragl (Foggia), La Mantia (Lecce), Maniero (Cosenza), Monachello (Pescara), Mokulu (Carpi), Pazzini (Verona), Trajkovski  (Palermo), Tutino (Cosenza); 2 gol Insigne, Asencio e Bandinelli (Benevento); Ninkovic, Brosco e Cavion (Ascoli), Budimir e Nwankwo (Crotone), Cappelletti e Ravanelli (Padova); Mazzeo, Gerbo, Tonucci, Deli, Galano, Camporese e Cicerelli (Foggia), Citro (Venezia), Cocco (Pescara), Casasola e Di Tacchio (Salernitana), Di Mariano (Venezia), Falco (Lecce), Giannetti (Livorno), Finotto e Strizzolo (Cittadella), Mogos (Cremonese); Galabinov, Crimi e Pierini (Spezia), Henderson e Zaccagni (Verona), Melchiorri (Perugia), Salvi e Puscas (Palermo), Torregrossa e Tremolada (Brescia).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X