Quantcast
facebook rss

Orto sociale al carcere del Marino,
ma nelle Marche resta il problema
del sovraffollamento

ASCOLI - Verrà inaugurato venerdì 16 novembre alla presenza della vice presidente della Regione, Anna Casini. Intanto l'Unione europea delle cooperative (Uecoop) rilancia l'allarme. Ad Ascoli "esubero" al minimo (2%), mentre a Fermo (+61%) va la "maglia nera". Limiti rispettati solo al Barcaglione (Ancona) e Fossombrone
...

Venerdì 16 novembre (ore 13) verrà inaugurato al carcere ascolano di Marino del Tronto l’orto sociale per la riabilitazione dei detenuti, realizzato nell’ambito del progetto regionale “Agricoltura sociale” che coinvolge l’Amministrazione penitenziaria Emilia Romagna-Marche. L’iniziativa è già stata avviata nel carcere “Barcaglione” di Ancona nel 2014 e ora viene… triplicata con nuove esperienze a Montacuto (Ancona) e ad Ascoli. Al carcere del Marino ci sarà una cerimonia di inaugurazione alla quale parteciperà anche Anna Casini, vice presidente della Regione Marche.

Il carcere di Marino del Tronto

Questo proprio nei giorni in cui l’Unione europea delle cooperative Uecoop Marche (presidente nazionale è l’ex magistrato Gherardo Colombo) lancia l’allarme del sovraffollamento delle carceri al quale, nel caso specifico, non si sottraggono le Marche. In base ai dati del Ministero della Giustizia – in relazione all’allarme lanciato dal Garante nazionale dei diritti delle persone provate della libertà personale per il picco di 53 detenuti suicidi dall’inizio del 2018 – emerge infatti che nelle Marche, su sei penitenziari, a fronte di una capienza di 856 posti, sono presenti 934 detenuti: 9,1% in più di quanto previsto. Solo le carceri di Ancona (Barcaglione) e Fossombrone rispettano i limiti. Tutti gli altri, Ascoli quindi compreso, soffrono di sovraffollamento. “La situazione più grave – dice Uecoop Marche – si registra a Fermo con 66 detenuti contro i 41 previsti dalla capienza con uno sforamento del 61%, e in quello di Pesaro con 223 reclusi, il 46% in più del previsto. Ancona (Montacuto) con 301 detenuti fa registrare un +17,6% e quello di Ascoli Piceno un +2%”. A livello nazionale, a fronte di una capienza di 50.622 posti, ci sono 59.275 detenuti, dei quali uno su tre straniero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X