Quantcast
facebook rss

Per gli sfollati del sisma arrivano
(finalmente) le case dell’Erap

ASCOLI - Firmati gli atti di compravendita per le abitazioni ricadenti nei Comuni del cratere piceno per una spesa complessiva di 6 milioni di euro pari a 35 unità abitative. Prezzo "limato" in extremis
...

Il rogito dal notaio Nazzareno Cappelli

di Maria Nerina Galiè

E’ ormai prossima la consegna delle chiavi della nuova casa per 12 famiglie terremotate di Comunanza e 9 per Roccafluvione. Sono stati infatti stipulati martedì 20 novembre gli atti pubblici (a rogito il notaio Nazzareno Cappelli) tra l’Erap Marche e le imprese che hanno messo a disposizione alloggi per l’edilizia pubblica da destinare agli sfollati. Dopo un’attesa lunga un anno per una promessa che sembrava ormai infranta, è arrivata la certezza. A breve il nuovo proprietario, cioè l’ente regionale per l’edilizia pubblica,  darà il via ai sindaci dei Comuni interessati per assegnare gli immobili ai cittadini aventi diritto, cioè  che risiedevano in “zona rossa” o la cui abitazione ha subito danni gravi, catalogati con le lettere E o F della scheda Aedes, già inseriti in un’apposita graduatoria comunale. La scorsa settimana sono stati effettuati i rogiti anche per 10 alloggi a Castel di Lama, dove i residenti attendono adesso di entrare. Alle famiglie che beneficeranno delle case dell’Erap saranno coperte anche le spese per il trasloco, con un contributo di 1.500 euro, oppure per l’acquisto del mobilio fino ad un massimo di 4 mila euro. A pagare è la Protezione civile in aggiunta al finanziamento elargito per l’intera operazione immobiliare. Una spesa totale di 56 milioni di euro per l’acquisto di 364 alloggi nelle Marche.  L’ingegner Maurizio Urbinati, funzionario dell’Erap regionale e responsabile del procedimento, ha annunciato che la spesa per 35 alloggi nella provincia di Ascoli Piceno ha sfiorato i 6 milioni di euro, degli 8 stanziati dalla Regione Marche con decreto numero 1695 del 30 ottobre 2018. Il dirigente dettaglia così l’impegno economico comprensivo di iva: 160.000 euro per 1 appartamento a Venarotta; 103.000 euro per un altro a Colli del Tronto; 329.000 euro per 2 a Folignano; 1.700.000 euro per 9  alloggi a Roccafluvione e 2.100.000 per i 12 di Comunanza; 1.496.000 euro per i 10 di Castel di Lama. In questo ultimo caso però il titolare dell’impresa venditrice dichiara di aver percepito una cifra inferiore, pari a circa 1.360.000 euro e sempre iva compresa.   


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X