Quantcast
facebook rss

Verona, esame di maturità
Bucchi, ultima spiaggia

SERIE B - Gli scaligeri si giocano una bella fetta di credibilità al "Bentegodi" contro il Palermo capolista. Il Benevento offre all'ex bomber dell'Ascoli la possibilità di salvare la panchina proprio contro il "suo" Perugia
...

di Andrea Ferretti

Si ricomincia. Dopo la sosta per le Nazionali (numerosi i calciatori di squadre di B che militano nelle rispettive Nazionali), una nuova puntata dello “spezzatino” cadetto, con le solite nove partite in sei diversi momenti. L’Ascoli gioca domenica alle 15 a Pescara conoscendo i risultati di cinque partite e in attesa di sapere come andrà a finire Spezia-Foggia (si gioca in contemporanea al match dell’Adriatico, e lo Spezia sarà il prossimo avversario dei bianconeri al “Del Duca”) e le ultime due gare che domenica e lunedì, sotto i riflettori, chiuderanno la tredicesima di andata. Il turno si apre cpon una sfida d’altri tempi, Verona-Palermo, gara decisiva per gli scaligeri per dimostrare il loro effettivo valore contro la capolista che davanbti a tutti non c’è finita per caso. Sarà interessante, non solo per la classifica, il match che vedrà di fronte il Benevento e il Perugia. Alla vigilia del campionato, chi l’avrebbe detto a Cristian Bucchi, allenatore dei campani, che dopo tredici giornate si sarebbe giocata la panchina proprio contro il “suo” Perugia?

Cristian Bucchi in sala stampa dopo Benevento-Ascoli 1-2

LA 13^ GIORNATA DI ANDATA

Venerdì 23 novembre ore 21 Verona-Palermo

Sabato 24 novembre ore 15 Livorno-Cittadella, Padova-Carpi, Venezia-Brescia

Sabato 24 novembre ore 18 Benevento-Perugia

Domenica 25 novembre ore 15 Pescara-Ascoli, Spezia-Foggia

Domenica 25 novembre ore 21 Lecce-Cremonese

Lunedì 26 novembre ore 21 Crotone-Cosenza

Riposa: Salernitana

LA CLASSIFICA: Palermo 24 punti, Pescara 22, Salernitana 20, Lecce e Cittadella 19, Verona e Brescia 18, Perugia e Benevento 17, Spezia 16, Ascoli e Cremonese 15, Crotone e Venezia 12, Padova 11, Cosenza 8, Foggia e Carpi 7, Livorno 5.

I MARCATORI: 9 gol Donnarumma (Brescia), Mancuso (Pescara); 6 gol Coda (Benevento), Palombi (Lecce), 5 gol Bocalon (Salernitana), Finotto (Cittadella), Mancosu (Lecce), Nestorovski (Palermo), Tutino (Cosenza), Vido (Perugia); 4 gol Morosini (Brescia), Pazzini (Verona); 3 gol Brosco (Ascoli), Cappelletti (Padova), Diamanti (Livorno), Di Mariano (Venezia), Firenze e Kwankwo (Crotone), Iori (Cittadella), Kragl (Foggia), Falco e La Mantia (Lecce), Maniero (Cosenza), Melchiorri e Verre (Perugia), Monachello (Pescara), Mokulu (Carpi), Okereke (Spezia), Puscas e Trajkovski  (Palermo), Torregrossa (Brescia); 2 gol Insigne, Asencio, F. Ricci e Bandinelli (Benevento); Bonazzoli (Padova), Brighenti (Cremonese), Ninkovic e Cavion (Ascoli), Budimir (Crotone); Capello, Mazzocco, Cappelletti e Ravanelli (Padova); Mazzeo, Gerbo, Tonucci, Deli, Galano, Camporese e Cicerelli (Foggia), Caracciolo (Verona), Concas (Carpi), Bentivoglio e Citro (Venezia); Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara), Casasola e Di Tacchio (Salernitana), Tabanelli (Lecce), Giannetti (Livorno), Strizzolo (Cittadella), Mogos (Cremonese); Galabinov, Crimi e Pierini (Spezia), Henderson e Zaccagni (Verona), Moreo e Salvi (Palermo), Tremolada (Brescia).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X