Quantcast
facebook rss

«No all’Ospedale unico»,
la Lega torna in piazza

ASCOLI - L'affondo del commissario provinciale Andrea Maria Antonini: «La notizia di eventuali carotaggi nella zona di Spinetoli ci lascia basiti. Nessun atto formale corrobora questa scelta se non dichiarazioni verbali che niente hanno di ufficiale»
...

Andrea Antonini e Roberto Maravalli

«La Lega continua a dire no alle manovre della Regione relativamente all’ospedale unico. La notizia di eventuali carotaggi nella zona di Spinetoli ci lascia basiti. Nessun atto formale corrobora questa scelta se non dichiarazioni verbali che niente hanno di ufficiale». E’ la dura presa di posizione del commissario provinciale del partito di Salvini, Andrea Maria Antonini.  «Invano -aggiunge- il Consiglio comunale di Ascoli aspetta il presidente Ceriscioli per interrogarlo sulla questione che rimane tutt’ora molto fumosa e per informarlo della reale volontà del popolo piceno che per la stragrande maggioranza vuole che gli attuali ospedali non vengano indeboliti, anzi potenziati.  La Lega ha raccolto circa 5000 firme unendo Ascoli e San Benedetto in questa lotta per la salvaguardia del diritto alla salute dei cittadini piceni.

E non si vuole fermare». Sabato e domenica, in particolare, il partito sarà presente, mattino e pomeriggio, con un gazebo in piazza Arringo per la raccolta firme “STOP ospedale unico”; per la raccolta adesioni per il bu da Ascoli a ROMA per l’8 dicembre per manifestazione alla presenza di Salvini “Prima gli italiani”.  (info tel. 3288605753) ed infine per il volantinaggio in vista dell’iniziativa del 26 novembre alla presenza del sottosegretario Guidesi alla Camera di Commercio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X