facebook rss

Non solo arbitro,
ma anche educatore e sportivo

ASCOLI - Decolla il ciclo di incontri di formazione messo a punto dalla Polisportiva Borgo Solestà, obbligatorio per le società che hanno una Scuola Calcio Elite. Domande e risposte con il presidente della sezione Aia di Ascoli, Massimo Vallesi

L’incontro organizzato a Monterocco con il presidente degli arbitri Massimo Vallesi (a sinistra in piedi)

La Polisportiva Borgo Solestà di Ascoli, in collaborazione con la Federcalcio ha ideato un percorso di incontri di formazione – obbligatorio per le Scuole Calcio che hanno il “marchio” di Elite – per informare e educare sulle nozioni tecniche, e non, del mondo del calcio. Il calendario messo a punto dal sodalizio gialloblù è ricco di spunti che mirano a coinvolgere e trattare i diversi ambiti con cui ogni ragazzo e allenatore interagiscono tutti i giorni.

L’iniziativa ha preso il via nell’impianto sportivo di Monterocco con l’incontro “La figura dell’arbitro nel difficile ruolo di educatore sportivo nell’ambito del settore giovanile” al quale ha partecipato Massimo Vallesi, presidente della sezione arbitri di Ascoli. E’ stato senza dubbio un valido momento di confronto per discutere sul ruolo dell’arbitro come atleta, ma anche come educatore e sportivo. Nel corso dell’incontro sono stati evidenziati doveri, pensieri e responsabilità, ma anche la formazione che deve essere alla base sia dell’arbitro che degli altri protagonisti sul terreno di gioco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X