Quantcast
facebook rss

Mozione sulla terza corsia dell’A14
fino a San Benedetto: via libera
all’unanimità dal Consiglio regionale

VIABILITA' - La richiesta è stata presentata dai consiglieri Francesco Giacinti ed Fabio Urbinati dopo l'incidente di agosto e la chiusura della galleria Castello: sollecitato un confronto tra Regione e Ministero delle Infrastrutture
...

«E’ ormai improcrastinabile potenziare le infrastrutture viarie a sud della regione, sia sulla costa che nell’entroterra. L’ampliamento dell’A14 è una priorità da affrontare subito con il Ministero delle infrastrutture». Il consigliere regionale Francesco Giacinti (Pd) ha firmato con il capogruppo Fabio Urbinati la mozione approvata oggi all’unanimità dal Consiglio regionale per sollecitare il completamento della terza corsia nel tratto tra Porto Sant’Elpidio e San Benedetto del Tronto. La necessità di migliorare quel tratto autostradale è diventata ancora più urgente dopo l’incidente dello scorso 23 agosto che ha reso inagibile la galleria “Castello”, meglio conosciuta come la galleria di San Francesco.

Francesco Giacinti

«Ero sindaco – ricorda Giacinti – quando si era aperta la possibilità di realizzare la terza corsia nel tratto tra Porto Sant’Elpidio e Pedaso, con l’opportunità di proseguire oltre verso sud. La Società autostrade, parliamo di più di dieci anni fa, era disponibile anche a realizzare diverse opere di compensazione, tra le quali la bretella di collegamento tra il casello di Porto Sant’Elpidio e l’entroterra. Quel tratto ci avrebbe consentito di arrivare, indicativamente, dal lungo Tenna fino alla zona dove sorgerà il nuovo ospedale. A quel tempo, nonostante i sindaci favorevoli fossero la stragrande maggioranza, quell’occasione fu persa e oggi la zona del fermano è ancora l’unica a non avere un collegamento a scorrimento veloce verso le zone interne».

La Regione Marche, come ha spiegato la vicepresidente Anna Casini, ha sollecitato Società Autostrade per una rapida conclusione dei lavori di ripristino della Galleria e ha annunciato che nel periodo delle festività natalizie il tunnel sarà riaperto a 2 corsie, ma a sezione ridotta e a velocità rallentata. «Il miglioramento della rete viaria è un tema molto sentito dal territorio e dopo l’incidente di questa estate – conclude Giacinti – il progetto di ampliamento del tratto autostradale deve ripartire il prima possibile. L’amarezza maggiore è l’aver rinunciato ad una occasione unica che oggi, da un lato per la crisi economica, dall’altro per i rigori della finanza pubblica, relega tra i desideri di difficile realizzazione investimenti così importanti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X