Quantcast
facebook rss

Raffica di furti a “La Madonnetta”
Signora derubata per la terza volta
L’appello al sindaco Lucciarini

OFFIDA - I ladri continuano a prendere di mira la zona di via 1 Maggio. Stavolta per entrare in casa, intorno alle 20 di venerdì 14 dicembre, sono passati da un giardino, forzando la finestra. I residenti esasperati chiedono aiuto alle forze dell'ordine e al primo cittadino
...

di Simone Corradetti 

Ancora un furto in zona “La Madonnetta”. Un quartiere che sembra senza pace, residenti sfiancati e stufi: «A cosa servono le denunce?». L’ultimo episodio di questa incresciosa serie si è verificato poche ore fa, intorno alle 20 di venerdì 14 dicembre, in via 1 Maggio.

La finestra forzata dai ladri

Ad essere colpita l’abitazione di una donna 62enne, che al rientro non ha potuto fare altro che constatare come le due stanze da letto fossero state messe a soqquadro da mano ignota; evidentemente impaurita, ha allertato il 112 che ha inviato sul posto una pattuglia dei Carabinieri. La signora è subito accorta che i malviventi avevano sfruttato l’ingresso secondario del giardino, forzando la finestra. Da qui l’appello lanciato al sindaco Valerio Lucciarini per chiedere l’installazione della video-sorveglianza nella zona; il primo cittadino ha telefonato alla donna garantendole l’impegno prioritario dell’Amministrazione comunale.
Una donna, tra l’altro, particolarmente sfortunata; aveva già subito altri due furti, il primo una decina di anni fa quando in via Don Milani le rubarono l’automobile e successivamente nel 2014, quando due malviventi con passamontagna e tuta mimetica la svegliarono nel cuore della notte facendole aprire la cassaforte, privandola così dei gioielli e dei ricordi di famiglia. Comprensibile dunque la paura e la manifestazione di una sensazione di impotenza che solo un maggior controllo delle forze dell’ordine, altra richiesta pressante dei residenti, può mitigare. Tanti i messaggi di solidarietà che le sono pervenuti.

Usano un’automobile per entrare dal balcone: altro furto alla “Madonnetta”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X