Quantcast
facebook rss

Ascoli, nel mirino compare Baraye
attaccante senegalese del Parma
Favilli resterà al Genoa in A

SERIE B - Il senegalese ha 26 anni, è un jolly offensivo e con gli emiliani ha realizzato 30 gol in 91 partite. L'Ascoli dovrà battere la concorrenzza dell'Hajduk Spalato. Ma giovedì è di nuovo campionato: i bianconeri tentano l'impresa nella notturna di Palermo
...

Baraye del Parma

di Bruno Ferretti

A due giornate dalla fine del girone di andata la classifica della serie B è davvero corta. Sei squadre in cinue punti in vetta dove il Palermo, prossimo avversario dell’Ascoli, comanda con 31 inseguito da Lecce (29), Brescia (28) e un terzetto a quota 26: Verona, Pescara e Cittadella. Stesso discorso in coda con 5 squadre in 5 punti. L’Ascoli non vince da tre turni, ma in classifica ha perso poco: è all’11° posto on 21 punti e parità nei gol: 17 realizzati e altrettanti subìti. Per compiere un salto, e avvicinarsi all’obiettivo playoff, sarebbe necessario un colpo esterno. L’Ascoli ci proverà giovedì nella notturna di Palermo, la partita sulla carta più difficile. Un compito indubbiamente molto difficile, ma non impossibile anche se mancheranno titolari importanti come Lanni e Ardemagni, entrambi alle prese con problemi muscolari.

Andrea Favilli dopo un gol

Nel frattempo si avvicina il mercato di gennaio e l’Ascoli si sta muovendo per trovare almeno un paio di rinforzi. Il ds Tesoro dovrà operare anche sul fronte delle uscite per dimagrire l’organico. Il settore che ha più bisogno di essere puntellato è l’attacco, vista la fatica che si fa per andare a rete (capocannoniere della squadra è Ardemagni con 4 reti). Il sogno è quello di riprendere in prestito Favilli dal Geno fino a giugno, ma pare che debba restare un sogno. Favilli nel girone di andata ha avuto problemi fisici e ha giocato pochissimo, ma ora sta bene e vuole farsi valere in A dove è arrivato grazie all’Ascoli e alla Juventus.

Rumors di mercato dicono che l’Ascoli è sulle tracce di Yves Baraye, 26 anni, attaccante senegalese del Parma, dato in uscita (con gli emiliani ha realizzato 30 gol in 91 partite). E’ un jolly che predilige giocare a sinistra, ma è stato impiegato anche come esterno destro e centravanti. E’ richiesto anche all’estero dall’Hajduk Spalato, ma lui vorrebbe restare in Italia. Prima di passare al Parma ha giocato con Chievo, Juve Stabia e Torres. Il fratello più piccolo Joel gioca come terzino sinistro nel Catania. Fra Ascoli e Parma intercorrono buoni rapporti, ma per il momento è solo un’ipotesi pur se con una base concreta. Come avvenuto in passato, la Federcalcio ha intenzione di prolungare fino al 31 gennaio la cosiddetta “finestra di riparazione” il cui stop in un primo momento è stato fissato al 18 gennaio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X