Quantcast
facebook rss

No profit e cultura nel Piceno,
in arrivo contributi dalla Regione

SU PROPOSTA di Piero Celani, vice presidente del Consiglio regionale, sono stati approvati infatti alcuni emendamenti alla Legge di stabilità che prevedono contributi a realtà operanti ad Ascoli e San Benedetto. Tra gli altri, fondi per bande e fanfare e per le università della terza età
...

Buone notizie quindi per le associazioni no profit e culturali del Piceno. Su proposta di Piero Celani, vice presidente del Consiglio Regionale, sono stati approvati infatti alcuni emendamenti alla Legge di stabilità della Regione che prevedono contributi a realtà operanti ad Ascoli e San Benedetto.

Piero Celani (Foto Andrea Vagnoni)

«Per l’associazione culturale no profit “Cuore Azzurro” -spiega l’esponente di Forza Italia- abbiamo previsto un contributo per la realizzazione di iniziative volte a promuovere e valorizzare la cultura musicale delle bande o fanfare del territorio. Tra gli emendamenti, inoltre, spicca il contributo straordinario a favore della parrocchia di San Michele Arcangelo nella frazione di Lisciano (nel comune di Ascoli), poiché abbiamo voluto essere vicini all’opera di quanti in questi anni si sono impegnati a favore dei giovani, con uno stanziamento destinato al completamento di un centro di aggregazione giovanile».

L’Università della Terza Età di Ascoli

C’è anche un contributo straordinario alla sezione ascolana dell’Aism per il progetto di aiuto psicologico ai diagnosticati di sclerosi multipla e di supporto alle loro famiglie. Infine, due interventi destinati all’Uteap e all’Utes, due università per la terza età che si trovano rispettivamente ad Ascoli e San Benedetto. «Svolgono un’opera altamente meritoria, meritevole di ogni attenzione e sostegno – conclude Celani – la terza età è una ricchezza importante nel contesto sociale e per questo abbiamo sostenuto l’Utes per le spese relative alla realizzazione della manifestazione socio culturali da attuarsi nella primavera 2019, in occasione della ricorrenza del trentennale dell’associazione stessa, e l’Uteap per il sostegno alle attività atte a ridurre o eliminare il rischio di marginalità ed isolamento connessi alla terza età».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X