Quantcast
facebook rss

La soddisfazione di Fedeli:
«Conquistato un grosso risultato»

SERIE C - Mister Roselli: «Abbiamo interpretato la gara nel migliore dei modi. Ora la classifica è diversa rispetto a due mesi fa, ma restiamo con i piedi per terra». Miceli: «Siamo contenti per i nostri tifosi, il rigore non c'era»
...

Pegorin, Ilari e Calderini salutano i tifosi dopo il fischio finale (Foto Edo)

di Benedetto Marinangeli

Il 2-0 rifilato alla Fermana fa sorridere anche il presidente Franco Fedeli. Sempre caustico e parco nei complimenti, questo pomeriggio il massimo dirigente rossoblù è il ritratto della felicità. «E’ stata una bella partita – commenta – e abbiamo conquistato un grosso risultato. La squadra ha saputo soffrire contro una Fermana fastidiosa e spigolosa. E poi dopo tanto tempo è tornato il pubblico. Se addirittura dovessimo vincere il recupero con la Ternana saremo secondi in classifica. Se pensiamo a come stavamo messi due mesi fa questi risultati hanno dell’ incredibile».

Fedeli ha parole al miele anche per Pegorin che ha intercettato il rigore di Giandonato che poteva riaprire la partita. «Il ragazzo  è così, ha qualche piccola sbavatura ma poi ci mette sempre una pezza. A San Benedetto basta poco per cambiare aria ma Pegorin è cresciuto tantissimo. Sala l’ho bacchettato quando dovevo. Oggi è entrato ed ha fatto il suo. Sono contento anche per il gol di Di Massimo. E’ un toccasana per lui, ma deve dare di più perché ha le qualità per farlo».

Roselli, sempre in piedi anche nel derby (Foto Edo)

L’ennesima bomba carta rischia di comportare pesanti sanzioni per la Samb. Il Riviera, infatti, è diffidato  e non è detto che possa scattare anche la squalifica del campo. Tutto dipenderà dal giudice sportivo. «E’ un tasto che non voglio toccare – è sempre Franco Fedeli che parla- ma devo pensare che c’è qualcuno che si diverte a farci prendere le multe. Questi non sono tifosi».

Ed infine ecco il mercato. «Ho parlato con il diesse Fusco – conclude Fedeli – e ci siamo rapportati su tutto. Ci sono situazioni che vaglieremo ma debbo dire che ci siamo mossi in anticipo prendendo a novembre due calciatori».

«Non guardo la partita dal punto di vista estetico – commenta Giorgio Roselli – ma sicuramente abbiamo disputato un’ottima gara contro una squadra che fa un calcio particolare. La Fermana l’ho vista giocare con tre, quattro concetti base che fa benissimo. E poi è una squadra molto brava in profondità ed i punti che ha conquistato sono tutti meritati. Una formazione che ti fa soffrire ma la Samb ha interpretato la gara nel migliore dei modi. Sono contento di essere ancora vivo. Ricordo bene cosa è accaduto dopo Ravenna. I tifosi sono venuti all’ Agraria dove ci allenavamo ed a me hanno chiesto di non arrivare ultimo. Io l’ho promesso ma ora che la situazione di classifica è diversa, restiamo con i piedi per terra ed andiamo avanti con grande serenità. E’ facile ora salire sul carro dei vincitori. Bisogna solo dire le cose seriamente ed io mi sono accollato le mie responsabilità».

Sulla prestazione dei singoli, Roselli la pensa così. «Il merito di questo nuovo risultato positivo –analizza il tecnico rossoblù- è tutto dei ragazzi. Stanno tutti migliorando e non so se ho dei meriti. Caccetta mi sta stupendo. A Gubbio ha giocato 95 minuti ed oggi altrettanti. La sua ultima gara di campionato l’aveva disputata a marzo. Dopo tre giorni ecco un’altra prestazione di spessore. Di Massimo deve fare di più e meglio. I giocatori di talento devono impegnarsi maggiormente rispetto agli altri. Anche Russotto dopo 50 giorni di stop sta crescendo. Lo ripeto – conclude il mister – questo è un gruppo fantastico».

«Sul rigore – racconta Mirco Miceli – che secondo me non c’era, l’arbitro ha visto un fallo di Gelonese. In campo ho fatto fatica a capirlo. Comunque abbiamo vinto il derby e questa è una cosa estremamente positiva e siamo molto contenti per i tifosi. Tutti stiamo facendo grandi sacrifici ed il merito e di tutta la squadra. Siamo più organizzati ed alla fine i risultati si stanno vedendo. Domenica contro il Renate ci attende una partitaccia. Bisogna stringere i denti e portare a casa un altro risultato positivo».

A Meda Roselli dovrà ancora una volta inventare la formazione. Oltre ai lungodegenti Bove, Biondi, Stanco e Di Pasquale mancheranno per squalifica Zaffagnini, Cecchini e Signori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X