facebook rss

Quintana, Gigi Morganti ritira le dimissioni:
sarà ancora lui il console della Piazzarola

ASCOLI - Una bella notizia per il mondo quintanaro a poche ore dai saluti al 2018. Ha comunicato la sua decisione nel corso dell'assemblea di Sestiere. Aveva detto basta dopo aver inutilmente tentato di pacificare fazioni e singoli membri del comitato, e dopo un inquietante biglietto di minacce
domenica 30 Dicembre 2018 - Ore 21:24
Print Friendly, PDF & Email

Gigi Morganti, console della Piazzarola

di Andrea Ferretti

Regalo di Capodanno per il Sestiere della Piazzarola. Il console Luigi Morganti ha ritirato le dimissioni e, quindi, sarà ancora lui a ricoprire l’importante ruolo in seno all’Arme biancorossa. Un ruolo diventato determinante soprattutto dopo le dimissioni dell’ormai ex caposestiere Amedeo Lanciotti e di altri cinque componenti del comitato che si era insediato tre anni fa. Alle elezioni per il rinnovo dei direttivi dei sei Sestieri della Quintana manca ancora un anno, e la Piazzarola rischiava di trascorrere il 2019 senza il proprio console. Tutto questo in attesa della tornata elettorale in cui, visto come si erano ormai messe le cose, i sestieranti iscritti all’Albo avrebbero probabilmente dovuto votare non solo per i nuovi membri del comitato, ma anche per il console. Un pò quello che in tempi recenti è avvenuto nello stesso Sestiere della Piazzarola, a Sant’Emidio e a Porta Solestà. Tre Sestieri cui vennero scelti i successori del dimissionario Giuseppe Flaiani (alla Piazzarola, venne eletto Morganti) e degli scomparsi Emilio Nardinocchi (Porta Solestà, Patrizio Zunica il successore) e Alvaro Pespani (Sant’Emidio, Vittorio Crescenzi il successore).

Morganti con il nuovo caposestiere della Piazzarola, Enrico Celani

La Piazzarola ha trascorso queste ultime settimane di grandi riflessioni, dopo che il comitato si era ritrovato da tredici a sette componenti: un altro forfait e l’Ufficio Quintana avrebbe dovuto procedere al commissariamento. Invece così non è stato con l’elezione di Enrico Celani a nuovo caposestiere. Quest’ultimo, insieme a tutti gli altri rimasti in sella, si erano prefissi di far tornare Gigi Morganti sulle sue decisioni. E ci sono riusciti. Morganti si era dimesso dopo aver tentato di pacificare singoli membri del comitato e oppste fazioni, ma non ci era evidentemente riuscito. Poi ci fu un episodio inquietante: un messaggio di minacce ritrovato sulla sua auto sotto casa. Da lì il passo fu breve: dimissioni da console (presentate al comitato e al Consiglio degli Anziani della Quintana) e denuncia ai Carabinieri, ovviamente contro ignoti. Ora questa bella notizia di fine 2018 che rasserena non solo il Sestiere della Piazzarola, ma tutto il mondo quintanaro. Morganti, qualora ce ne fosse stato mai bisogno, ha dato l’ennesima lezione di vita.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X