Quantcast
facebook rss

Caso parcheggi, Matteucci tuona:
«Subito Consiglio comunale aperto
e responsabilità da accertare»

ASCOLI - Il presidente della Commissione "Servizi comunali" torna a chiedere la fine della convenzione con la Saba: «Utilizziamo i soldi derivanti dalla vendite delle farmacie, del Guiderocchi e di Villa Sgariglia»
...

La lettera della Saba contenente i numeri sui conti (che non tornano) della sosta cittadina esplode come un botto di Capodanno tardivo sulla scena della politica ascolana già in fibrillazione per la scelta delle candidature alle prossime amministrative del 2019.

Simone Matteucci

La prima reazione è quella del presidente della VII Commissione consiliare “Servizi comunali”, Ignazio Simone Matteucci che ha chiesto con insistenza al gestore i dati poi consegnati. «Andiamo avanti per la nostra strada -afferma Matteucci, che da mesi sta conducendo una dura battaglia sulla sosta cittadina- per vedere se ci sono responsabilità da accertare che ci hanno portato a questa situazione. Non molliamo di certo e porterò questi dati in Commissione e poi in un Consiglio comunale aperto. I cittadini devono sapere quello che sta succedendo». Matteucci insiste anche sulla necessità, da parte del Comune, di riacquistare la gestione pubblica della sosta. «I soldi che deriveranno dalla vendita delle due farmacie comunali, dell’hotel Guiderocchi e di Villa Sgariglia dovranno essere utilizzati per questo scopo», afferma il consigliere comunale.

rp

Parcheggi shock, la Saba svela i conti: spunta un buco di otto milioni e mezzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X