Quantcast
facebook rss

Parcheggi shock, la Saba svela i conti:
spunta un buco di otto milioni e mezzo

ASCOLI - La multinazionale che gestisce la sosta cittadina a raso e i silos di Torricella ed Ex Gil ha svelato i conti relativi al periodo 2008-2017 da cui emerge un forte disavanzo rispetto all'accordo siglato nel 2002 con il Comune
...

Parcheggio Torricella

di Renato Pierantozzi

Otto milioni e mezzo di euro di differenza tra quanto previsto nella convenzione firmata nel 2002 tra Comune e e Saba e ciò che è stato incassato (al netto delle spese di gestione) nel periodo 2008-2017 dal gestore della sosta cittadina. E’ il dato shock emerso nella lettera inviata dalla Saba al Comune in risposta a quanto chiesto dal presidente della VIII Commissione “Servizi comunali”, Simone Matteucci. Dopo un primo diniego, a cui era seguita una diffida dello stesso Matteucci, a fine dicembre la multinazionale spagnola questa volta ha svelato i conti che comprendono tutti gli incassi (sosta a raso, Torricella, ex Gil) e il relativo “buco”. Sono dati destinati a creare l’ennesimo polverone politico sul tema bollente dei parcheggi.

GLI INCASSI DELLA SOSTA

Secondo quanto comunicato alla Commissione, nel 2017 dai parcheggi di superficie e quelli coperti (Torricella ed ex Gil) hanno fruttato un guadagno (nel gergo tecnico “margine operativo lordo”) di 767.000 euro, a fronte di un ricavo complessivo di 1.417.000 euro e costi di gestione per 650.000. La “gallina dalle uova d’oro” si conferma sempre la sosta a raso che ha fruttato oltre un milione di euro (1.061.000) a fronte di “spese” per 241.00 euro. Il park Torricella è invece in passivo visto che a fronte di 292.000 euro incassati è “costato” al gestore 345.000 euro. In rosso (anche se di solo 1.000 euro) l’ex Gil che ha ricavato 64.000 euro a fronte di costi per 63.000 euro. L’anno più proficuo è stato il 2013 quando il margine operativo ha raggiunto quota 782.000 euro, mentre il record di incassi per Torricella si è avuto nel 2016 (330.000 euro), mentre per la sosta a raso ha raggiunto il record nel 2012 con 1.236.000 euro.

E QUANTO PREVEDE IL PIANO ECONOMICO FINANZARIO…

Dove nasce lo squilibrio lamentato dalla Saba? Dal piano economico e finanziario (Pef) allegato alla convenzione del 2002. In base a quei numeri, ad esempio, nel 2017 la sosta ascolana avrebbe dovuto fruttare al gestore un utile di 1.673.000 euro al posto di quello effettivamente realizzato di 767.000 euro. In particolare, il gestore avrebbe dovuto incassare 2.846.000 euro a fronte di costi gestione per 1.172.000 euro. L’anno in cui lo squilibrio ha raggiunto il massimo è stato il 2015 con -980.000 euro. E così sommando i disavanzi annuali dal 2008 al 2017 (senza considerare il 2018 i cui conti sono ancora in fase di definizione da parte del gestore) si arriva alla cifra di 8.567.000. Una montagna di denaro che va ad aggiungersi alla somma necessaria per il riscatto anticipato della convenzione.

GLI INCASSI DEI PERMESSI

Il gestore incamera anche i soldi derivanti dal rilascio dei permessi per i residenti e per le altre categorie (trasporto merci e speciali). Nel 2018, ad esempio, la Saba ha incassato 98.030 euro a fronte di 5.430 pass rilasciati (di cui 3.640 per il centro storico “Ztl 1-2-3), 1.100 per “Ztl 4” Campo Parignao, 445 per l’area pedonale urbana e 245 per il carico e scarico merci). Rispetto al 2017 c’è stato comunque un forte decremento (oltre 24.000 euro in meno) a causa della drastica diminuzione dei pass “Tm” (trasporto merci) che sono scesi da 450 a 245. Ogni pass costa infatti ben 125 euro e da soli hanno fruttato quest’anno ben 30.625 euro (a fronte dei 47.320 euro incassati per 3.640 pass residenti “Ztl 1-2-3). Nel 2017 l’introito per i pass “Tm” era stato addirittura di 56.2650 euro.

LEGGI L’INCHIESTA DI CRONACHE PICENE SULLE CONVENZIONE DEI PARCHEGGI

Parcheggi, una faccenda travagliata Le convenzioni: da Ciccanti a Cappelli e da Allevi a Celani

Parcheggi, l’apertura dell’ex Gil e di Torricella I due contratti Comune-Concessionario e la chiusura del centro storico


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X